La Milanesiana non si arrende. Tre mesi reistenti e a colori
di Elena Bart

La Milanesiana non si arrende, tre mesi resistenti e a colori

Resistenza a colori.
La Milanesiana edizione numero 21 si farà a dispetto del virus, anzi “rafforzata” proprio dal Covid-19. Si annuncia infatti un’edizione resistente che non si piega al solo streaming e ha in calendario una serie di appuntamenti dal vivo, in Lombardia, da Milano alla ex zona rossa del Lodigiano fino a Bormio, a Napoli, passando per l’Emilia-Romagna e le Marche. La kermesse culturale che spazia dalla letteratura, alla filosofia, all’economia, all’arte, alla scienza, ideata e diretta da Elisabetta Sgarbi. La XXI edizione si terrà dal 10 giugno al 6 agosto con oltre 40 incontri, 115 ospiti italiani ed internazionali, 5 mostre 12 città e un tema, quello scelto da Claudio Magris, “I colori”.
«Questa è stata La Milanesiana più difficile ho pensato più volte di doverla rimandare - ha detto Elisabetta Sgarbi nella diretta social -. Chi vive in Lombardia ha visto immagini che non potrà dimenticare, ha perso parenti e amici per il Covid, la Milano dinamica e viva si è risvegliata stravolta».
Nonostante le difficoltà l’edizione 2020 ci sarà e non sarà solo su internet ma anche “fisica”. Elisabetta Sgarbi, ideatrice e anima, ha voluto rendere omaggio e dedicare questa ventunesima rassegna a Luca Nicolini, fondatore del Festival della Letteratura di Mantova scomparso da poco.
La kermesse sarà aperta il 10 giugno in streaming con l’economista Thomas Piketty in dialogo con Ferruccio De Bortoli. Il 15 e 16 giugno due incontri in streaming avranno come protagonista lo spazio e la scienza con gli astronauti italiani Samantha Cristoforetti e Luca Parmitano e due lectio sui colori dello spazio. A Milano dal primo luglio al via gli appuntamenti dal vivo, con ingresso libero fino a esaurimento posti, con lo spettacolo di Massimo Lopez e Tullio Solenghi nel cortile del Castello Sforzesco. E poi Bernard - Henri Lévy, una lettura collettiva di La Tregua di Primo Levi al Piccolo. Il 25 luglio a Palazzo Reale ospiterà I Colori di Fabrizio De André, con letture di Dori Ghezzi e dello stesso Veltroni.
E poi la Milanesiana in trasferta a Casalpusterlengo, in provincia di Lodi nella ex zona rossa, il 15 luglio Vittorio Sgarbi terrà una lectio sui tesori dell’arte di Lodi, Codogno e Casalpusterlengo. Il 30 luglio al Museo Madre di Napoli si terrà l’apertura della mostra ‘Nuvole e colorì che raccoglie alcune fotografie di Carlo Verdone, attore e regista, che dialogherà per l’occasione con Paolo Mereghetti.

Ultimo aggiornamento: Giovedì 4 Giugno 2020, 21:24
© RIPRODUZIONE RISERVATA