Fabrizio Corona deve scontare di nuovo 9 mesi. Lo sfogo: «Pronto a sacrificare la mia vita»
di Giulia Salemi

Fabrizio Corona deve scontare di nuovo 9 mesi. Lo sfogo: «Pronto a sacrificare la mia vita»

Fabrizio Corona dovrà scontare di nuovo i nove mesi che aveva già scontato in affidamento terapeutico, tra il febbraio e il novembre 2018. Il Tribunale di Sorveglianza riporta indietro le lancette per l'ex re dei paparazzi, su richiesta della procura generale.


Alla notizia del suo possibile ritorno in carcere - l'ultimo salvagente è la Cassazione, per la terza volta - Corona, ora ai domiciliari, ha scaricato la sua furia sui social: «Pronto a tutto - ha scritto a caratteri cubitali sulle sue storie di Instagram - anche a sacrificare la mia vita. Giuro. Non sono mai stato così».


«Se va bene a dicembre mi mancherebbero da scontare 1 anno e 8 mesi, vedo la libertà a breve», aveva detto l'ex agente fotografico prima dell'udienza di tre giorni fa. Ora tutto si allontana di nuovo. Il provvedimento dei giudici è l'ennesima decisione su questa vicenda dei nove mesi, revocati per violazioni da parte di Corona nel percorso di affidamento. Ci sono stati anche due passaggi in Cassazione. L'ultimo lo scorso giugno, quando gli ermellini avevano annullato, con rinvio ad una nuova valutazione della Sorveglianza (arrivata ieri), il provvedimento con cui i magistrati avevano stabilito che Corona doveva scontare di nuovo i 9 mesi. La difesa ha già annunciato che ricorrerà in Cassazione: per la terza volta.


Ultimo aggiornamento: Venerdì 16 Ottobre 2020, 09:10
© RIPRODUZIONE RISERVATA