Formigoni esce dal carcere, dopo 5 mesi in cella concessi i domiciliari

Esce dal carcere e va ai domiciliari Roberto Formigoni, l'ex governatore della Lombardia finito in cella lo scorso febbraio dopo la condanna definitiva a 5 anni e 10 mesi per corruzione. Lo ha deciso il tribunale di sorveglianza di Milano.

LEGGI ANCHE...>  Roberto Formigoni, la sua prima notte in cella: tra i compagni in carcere Alessandro Boettcher e Alberto Stasi

Roberto Formigoni, l'ex presidente lombardo condannato per corruzione a 5 anni e 10 mesi di carcere nell'ambito del caso Maugeri-San Raffaele, si era presentato il 17 luglio davanti ai giudici del Tribunale di Sorveglianza di Milano, a cui aveva chiesto di scontare la sua pena ai domiciliari. E di uscire così dal carcere di Bollate (Milano) dove si trova recluso dallo scorso 22 febbraio, ovvero da quando, dopo la pronuncia della Cassazione, la sua condanna è diventata definitiva. E il sostituto procuratore generale di Milano Nicola Balice ha dato parere favorevole all'istanza perché l'ex governatore è ultrasettantenne, proprio come chiedeva la difesa.

 

Lunedì 22 Luglio 2019, 12:38
© RIPRODUZIONE RISERVATA