Focolaio di Covid: chiuse tre scuole. «Casi di variante inglese»

Focolaio di Covid a Bollate: chiuse tre scuole. «Casi di variante inglese»

Focolaio di variante inglese Covid a scuola, il Comune chiude un asilo e una primaria: accade a Bollate, in provincia di Milano, dove sono stati rilevati quattro casi di variante inglese nel focolaio di coronavirus che ha visto finora 59 casi in totale tra bambini, personale scolastico e familiari.

 

Questa mattina, scrive il Corriere della Sera, è stata chiusa la primaria Marco Polo a Ospiate, mentre da domani si valuta la stessa misura con l’istututo comprensivo in centro a Bollate (una scuola primaria e una media, oltre 700 alunni), mentre i bambini dell’asilo Munari sempre di Ospiate sono in quarantena da alcuni giorni. I primi casi erano emersi proprio nell’asilo Munari, poi il focolaio si era diffuso alla primaria Marco Polo: ieri la conferma dei casi di variante inglese.

 

L’Ats ha perciò suggerito la chiusura delle scuole, come spiegato dal sindaco Francesco Vassallo. La presenza di fratelli nelle diverse classi e scuole potrebbe infatti facilitare la diffusione del virus: le autorità proporranno, scrive il Corriere, una campagna di screening a tappeto con tamponi antigenici. Ma non ci sarà una zona rossa a Bollate, secondo il sindaco.

 

Il Comune: Bollate non è zona rossa

 

«Ieri pomeriggio ATS Milano ha comunicato che, dall'analisi genotipica di alcuni dei 59 tamponi positivi rilevati nella scuola materna Munari e nella scuola elementare Marco Polo di Ospiate, è emersa la presenza della variante "inglese" del Covid 19», si legge in una nota del Comune. « Immediatamente è stato suggerito di sospendere le lezioni in presenza dei due plessi scolastici mediante attivazione della Didattica a distanza (DAD)». «Con comunicazione inoltrata in data odierna, ATS (a scopo precauzionale) ha chiesto la sospensione delle lezioni e l'attivazione della DAD anche per la scuola elementare di via Diaz a far data da domani, venerdì 12 febbraio e fino a tutta la prossima settimana», fa sapere il Comune.

 

«Contemporaneamente sono in corso di attivazione le procedure per la somministrazione di test rapidi alla popolazione scolastica dei 3 plessi al fine di valutare l'estensione del contagio e assumere, eventualmente, ulteriori azioni che le autorità sanitarie, il Comune di Bollate e la Prefettura di Milano concorderanno in caso di necessità - conclude la nota - Al momento la situazione pandemica in città è limitata e non è considerata critica ed eventuali evoluzioni in merito saranno comunicate tramite i canali ufficiali».


Ultimo aggiornamento: Giovedì 11 Febbraio 2021, 16:27
© RIPRODUZIONE RISERVATA