Coronavirus Lombardia e Milano, trend in calo: i morti oggi sono 282. I nuovi contagi sono 791. Gallera: «Il dato sui decessi cresce sempre meno»

Coronavirus in Lombardia, ecco i dati aggiornati a oggi 7 aprile 2020.
In Lombardia sono 282 i morti nelle ultime ventiquattro ore. Giù il trend di nuovi contagi che conta una crescita di 791 casi in un giorno. Cala il numero di ricoveri con le terapie intensive che scendono di 81 posti letto occupati (da 1.343 di ieri a 1.305 di oggi). Giù anche il dato dei ricoverati con sintomi che sono 11.833 (-81 rispetto a ieri). I contagi totali sono arrivati a quota 52.325, leggero calo nel numero dei tamponi: 4.342 contro i 5.005 di ieri.

 
 

Frena il contagio da Coronavirus in Lombardia: lo ha detto l'assessore regionale al Welfare Giulio Gallera in conferenza stampa. Sono in tutto 52.325 i positivi (+791, quindi ben meno dei 1089 del giorno precedente). In terapia intensiva i ricoverati sono 1.305, dunque 38 meno di ieri, i ricoverati non in terapia intensiva 11.833 (-81), mentre il numero dei morti sale a 9.484 (+282). Un dato, anche quello dei decessi, che «cresce sempre meno» ha concluso l'assessore.

«La Regione Lombardia vuole fare luce su questa situazione, credo che è necessario indagare, valutare e capire se ci sono stati di responsabilità, la commissione è finalizzata proprio per questo, per capire se è successo qualcosa ». Lo ha spiegato il Governatore lombardo Attilio Fontana a proposito del caso del Pio Albergo Trivulzio di Milano. La Regione, ha chiarito Fontana, Ha deciso, appunto, di "istituire una commissione per valutare con attenzione le cose che vengono contestate e che si leggono sui giornali". Fino a che "non ci sarà la prova di ciò che è successo - ha concluso il Governatore - non si può trarre conclusioni".
È stato individuato a San Matteo di Pavia «un test sierologico molto affidabile che attraverso un prelievo di sangue fornito di verificare chi ha sviluppato anticorpi. Entro due settimane dovremmo avere la certificazione CE dopodichè partiranno i test sulla popolazione ». Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana in conferenza stampa. Chi risulterà una media sviluppato gli anticorpi riceve così «una patente di immunità» ma questo test «fornito anche di identificare le persone negative che è necessario per questo restare molto attente e mantenere le precauzioni per non ammalarsi».

Ultimo aggiornamento: Martedì 7 Aprile 2020, 19:13
© RIPRODUZIONE RISERVATA