Claudio Manara, il sindaco di Corte Palasio morto impiccato in Comune: nell'ultimo post tanta amarezza

L’allarme è scattato poco dopo le 21, sul posto carabinieri e 118

Claudio Manara, il sindaco di Corte Palasio morto impiccato in Comune: nell'ultimo post tanta amarezza

di Redazione web

Il sindaco di Corte Palasio (Lodi), Claudio Manara, è stato trovato stasera senza vita, impiccato nella sede municipale del Comune che amministrava di circa 1500 abitanti. Il politico, 67 anni e in carica da maggio 2019 a guida della lista civica «Aria nuova», era solito trattenersi fino a tardi nel suo ufficio ma, i familiari, non vedendolo rincasare hanno lanciato l'allarme. Il dramma è avvenuto nel palazzo comunale di piazza Terraverde 2. Il prefetto di Lodi, Enrico Roccatagliata, è accorso appena ha avuto la notizia. Sconvolta l'intera comunità che ricorda come, solo nel giugno del 2022, l'ex sindaco Pierangelo Repanati, 57 anni, fu a sua volta trovato morto, nella propria abitazione e anche in quel caso in circostanze che furono oggetto d'indagine da parte della Procura della Repubblica di Lodi.

Celebra il 25 aprile, poi muore d'infarto. La sindaca Mirella Cerini trovata senza vita in municipio: indossava ancora la fascia tricolore

 

L'ultima assemblea e la discussione con i residenti

Solo ieri sera, martedì 28 maggio, aveva tenuto un'assemblea illustrare il bilancio del mandato appena concluso e annunciare le linee del nuovo programma in una serata che aveva visto, però, in diversi residenti toni molto accesi. Indagano sulla morte i carabinieri coordinati dalla Procura della Repubblica di Lodi. 

A lanciare l’allarme sarebbe stata la compagna del sindaco, 67 anni, che non vedendolo rincasare è andata a controllare in municipio con una dipendente. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, la porta dell’edificio pubblico era chiusa dall’interno. Manara è stato trovato senza vita in un ufficio al pianoterra.

 

Le ultime parole sui social

Le ultime parole pubbliche, piene di amarezza, il sindaco di Corte Palasio Claudio Manara, trovato morto stasera nel suo Comune, le ha lasciate scritte su Facebook oggi a mezzogiorno. «Ieri sera in una gremita sala consiliare del Municipio di Corte Palasio - ha scritto sulla pagina Fb del suo schieramento politico - si è svolta la seconda serata di presentazione Lista Aria Nuova, programma e opere fatte.

Ringraziamo tutti i numerosi presenti che hanno partecipato. Purtroppo non si è conclusa elegantemente, pertanto invitiamo tutti coloro avessero dubbi o domande di contattarci direttamente, avremo il piacere di ulteriori confronti. La nostra considerazione per tutti i cittadini di Corte Palasio, da chi ci sostiene, a chi ci critica, da chi la vede diversamente, a chi ha un punto di vista diverso e suggerisce un'alternativa, o si confronta, non è quella di stima pari a zero di «tifoso ultras urlatore tipici dei bar». Il rispetto e l'educazione vanno applicati a qualsiasi livello, a partire dall'evitare di presenziare in gruppo in una serata di presentazione della lista candidata opposta, con la funzione anche solo di creare un clima di poca serenità e disturbo». «Il Sindaco - continuava Manara su Facebook - non «incita i ragazzi che gli ruotano attorno», come se fossero marionette, non «orchestra per incitare i suoi seguaci», come se fosse il capo di una setta, non «è riuscito a creare un clima di odio e violenza verbale tra le persone», per la considerazione elevata che ha dei propri concittadini, non «strumentalizza in modo patetico e con vittimismo», ma dichiara apertamente. Sono queste le parole che esprimono odio e violenza, da cui da sempre ci allontaniamo in maniera assoluta e ci discostiamo sotto ogni forma». In molti, ora, in paese non escludono che la serata di ieri l'avesse molto scosso a meno di due settimane dal voto.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 29 Maggio 2024, 23:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA