Chiara Ferragni ringrazia il sindaco Sala: «Il mio era uno sfogo da cittadina privilegiata: credo nelle istituzioni»

Sala aveva replicato a Ferragni: «Non condivido quello che dice. Però è un’opinione e le risposte, secondo il mio stile, sono sempre attraverso il lavoro. Lavoreremo ancora di più».

Chiara Ferragni ringrazia il sindaco Sala: «Il mio era uno sfogo da cittadina privilegiata: credo nelle istituzioni»

«Sono onorata e orgogliosa che Beppe Sala confermi di essere ancora di più al lavoro sul tema sicurezza a Milano, la sua attenta e pronta risposta rafforza la fiducia che ho nelle istituzioni». Così, Chiara Ferragni ringrazia il sindaco di Milano per averle risposto. In una story Instagram, l'influencer ha replicato al sindaco che aveva garantito maggior sicurezza alla città, dopo l'appello della Ferragni. 

Leggi anche > Sara Croce, il magnate ex fidanzato rinuncia alla causa: le aveva chiesto un milione. «Regali, viaggi e abiti di lusso»

Mercoledì scorso, la stessa Ferragni ha richiesto pubblicamente al sindaco Sala un’azione più concreta e importante sul problema sicurezza a Milano, molto sentito in città con segnalazioni ripetute di aggressioni, rapine e furti, citando «diverse esperienze personali».

Nella story la moglie di Fedez specifica: «Il mio sfogo è stato quello di una cittadina privilegiata che vuole dare voce a un sentiment ormai diffuso a Milano e figlio di diverse esperienze personali. Mi dispiace se le mie parole hanno causato strumentalizzazioni politiche e divisionismi che non mi appartengono».

«Credo in una collaborazione costruttiva e concreta perché anche se si hanno opinioni diverse, poi ci accorgiamo di avere a cuore il bene comune» aggiunge Ferragni. Termina così il botta e risposta tra l’imprenditrice digitale e il sindaco di Milano Beppe Sala che ha acceso i fari su un tema caro ai cittadini: la sicurezza nelle città.

Sala aveva replicato a Ferragni: «Non condivido quello che dice. Però è un’opinione e le risposte, secondo il mio stile, sono sempre attraverso il lavoro. Lavoreremo ancora di più».


Ultimo aggiornamento: Venerdì 15 Luglio 2022, 14:57
© RIPRODUZIONE RISERVATA