Bossi ha ripreso conoscenza ed è vigile, il figlio: «Papà condottiero, tornerà appena possibile»

Bossi ha ripreso conoscenza ed è vigile, il figlio: «Papà condottiero, tornerà appena possibile»

Umberto Bossi si è svegliato: lo hanno annunciato i medici dell'ospedale Circolo di Varese, dove il fondatore della Lega è ricoverato dalla scorsa settimana dopo una "crisi convulsiva" avuta a casa sua a Gemonio, vicino a Varese. «Umberto Bossi sta manifestando continui e costanti segni di miglioramento», ha dichiarato il direttore dell'ospedale, «in particolare da ieri ha ripreso coscienza, la prognosi rimane riservata».

«Giovedì è stato un grande spavento, papà è caduto e ha sbattuto la testa e lo abbiamo portato in ospedale. Noi gli siamo sempre vicini, siamo sempre qua. Da grande condottiero è pronto a tornare il prima possibile». Sono le parole di Renzo Bossi, fuori dall'ospedale di Varese dove il padre è ricoverato da quattro giorni. Oggi Bossi, come spiegato dai medici, ha ripreso conoscenza. «L'equipe che lo sta seguendo ha eseguito gli esami più volte», ha proseguito Renzo Bossi, «per controllare fosse tutto a posto e per escludere qualsiasi rischio e vogliamo ringraziarli».

«Ci siamo sentiti, andrò appena si rimetterà e starà un po' meglio». Così l'ex segretario della Lega Roberto Maroni, risponde a chi gli chiede se sia andato a trovare Umberto Bossi.

Anche il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi andrà a visitare Umberto Bossi nei prossimi giorni. L'ex premier sarebbe voluto andare oggi a trovare il fondatore della Lega ma, a quanto si apprende, sentiti i famigliari del senatur ha preferito rimandare visti gli esami e le visite a cui deve essere sottoposto Bossi.
Lunedì 18 Febbraio 2019, 13:08
© RIPRODUZIONE RISERVATA