Barbie finta istiga al suicidio: manifesti choc in strada subito rimossi FOTO
di Simona Romanò

Milano, Barbie finta istiga al suicidio: manifesti choc in strada subito rimossi FOTO

Una bambola bionda, che ricorda Barbie, con un cappio al collo e il cellulare in mano pronto per scattare un selfie, accompagnata dalla parola "Suicide". Accanto a lei, un baby bambolotto in lacrime e una serie di oggetti che riportano a gesti di violenza: un set di coltelli, una pistola e un flacone di barbiturici. È il manifesto choc apparso in più punti di Milano (uno in viale Zara), ben visibile anche dai bambini.

 

 

A disseminarli gli street artist Hogre (già denunciato a Roma per vilipendio della religione) e DoubleWhy, che hanno inserito sui manifesti le rispettive firme e li hanno postati sui rispettivi profili Instagram. Loro la definiscono «una forma di provocazione». I manifesti non sono passati inosservati e più che stupire – come forse pensavano gli street artist – hanno scatenato indignazione e proteste. Decine le segnalazioni a vigili e forze dell’ordine e sono stati subito rimossi.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 12 Aprile 2021, 22:09
© RIPRODUZIONE RISERVATA