Aggressione choc all’autista Atm: pugno in faccia e mandibola fratturata
di Simona Romanò

Milano, aggressione choc a un autista Atm: pugno in faccia e mandibola fratturata

Minacciato. Insultato. Poi colpito da due ragazzini in piazza Ohm a Milano,  con un pugno in pieno volto, all’altezza dello zigomo destro, che gli ha distrutto la mandibola. È il pestaggio  che, consumato nella mattinata di venerdì 14 gennaio (reso noto dai sindacati), ha visto come vittima un autista Atm di 44 anni, residente in provincia di Varese: trasportato al San Paolo per le ferite riportate dovrà essere operato per una frattura della mandibola.

 

RICOSTRUZIONE

L’autista ha vissuto attimi di paura: secondo quando ricostruito, i due ragazzini hanno incrociato l’autobus della linea 47 in via Bisceglie, lontano dalla pensilina della fermata. Si sono sbracciati e hanno fatto segno al conducente di accostare per farli salire sul mezzo. Ma, come regolamento di servizio, l’autista ha tirato dritto. I due ragazzi gli hanno giurato vendetta e hanno organizzato il raid punitivo. Il dipendente Atm si è trovato nuovamente davanti i due giovanissimi in piazza Ohm. E qui è stato assalito, senza che abbia avuto il tempo di reagire e di difendersi. Soltanto dopo il pestaggio ha avvisato la centrale Atm in via Monte Rosa e ha chiesto l’intervento del 112.

Le indagini sono affidate alla questura. Gli aggressori, stando alla testimonianza dell’autista, «sarebbero italiani e minorenni».


Ultimo aggiornamento: Domenica 16 Gennaio 2022, 18:43
© RIPRODUZIONE RISERVATA