Alberto Genovese, nuove accuse: spunta una quarta vittima di violenza

Alberto Genovese, nuove accuse: spunta una quarta vittima di violenza

di Emilio Orlando

«Sono quasi certa che facendomela passare per cocaina, qualcuno, penso Alberto, mi ha fatto assumere qualche altra sostanza che mi ha stordita. Di quelle ore in cui ero come stordita, ho solo dei flash back». E' il racconto dell'orrore, raccolto dagli investigatori della squadra mobile di Milano,da un'altra presunta vittima dell'imprenditore informatico Alberto Genovese, già in carcere con l'accusa di aver stordito, prima di stuprarla con un mix di droghe, prima di stuprarla una 18enne durante una festa.

Altre denunce in procura sui festini alla “Terrazza Sentimento”, l'attico di lusso nel centro di Milano, e ad Ibiza. La questura del capoluogo lombardo ha acquisito alcune relazioni di servizio della polizia locale che, tra giugno e settembre, aveva ricevuto tre segnalazioni per la musica ad alto volume. I detective della polizia scientifica intanto stanno cercando di recuperare le immagini del sistema di telecamere a circuito chiuso che avrebbero ripreso lo stupro e le cessioni di droga. Si allarga l'inchiesta del procuratore aggiunto Letizia Mannella e del pubblico ministero Rosaria Stagnaro su quelle 20 ore di violenze no - stop nella “Terrazza sentimento” del suo appartamento di lusso al centro di Milano.

Virginia Raggi assolta anche in appello per il caso nomine: era accusata di falso in atto pubblico. Applausi e abbracci in aula

Firenze, il giallo dei cadaveri nelle valigie. Spunta un quarto trolley con una gamba maschile.

Dichiarazioniche si aggiungono a quelle della secondo presunta vittima di una violenza avvenuta ad Ibiza:«Da quando sono entrata in camera ed ho tirato una striscia di stupefacente di colore rosa che io pensavo fosse GHB (la cosiddetta "droga dello stupro"), non ricordo più nulla. L'unica cosa che ricordo è una sorta di stato allucinogeno». Smentite intanto le voci di un eventuale accordo risarcitorio tra genovese ed una delle vittime. «Non ci sono ipotesi di un accordo su un risarcimento perché è impossibile in questo momento, da un punto di vista tecnico - ha dichiarato Luigi Liguori  avvocato della ragazza di 18 anni presunta vittima dello stupro di Alberto Genovese alla "Terrazza Sentimento" avvenuto il 10 ottobre scorso». Un'indagine parallela, invece, che riguarda il traffico di stupefacenti alle serate vip a Milano è in corso ed ha già portato all'iscrizione sul registro degli indagati di Daniele Leali, factotum e uomo di fiducia di Genovese, il cui rientro in Italia è atteso nelle prossime ore 


Ultimo aggiornamento: Sabato 19 Dicembre 2020, 18:59
© RIPRODUZIONE RISERVATA