Arrestata al matrimonio, sposa in manette sull'altare: la cerimonia è rovinata, ma era un errore

Colpa di un errore di trascrizione del Tribunale: la 42enne di Seveso si è vista rovinare il giorno più bello della sua vita

Arrestata al matrimonio, sposa in manette sull'altare: la cerimonia è rovinata, ma era un errore

Doveva essere il giorno più bello della sua vita, ma si è trasformato in un vero e proprio incubo. Una sposa è stata arrestata mentre si trovava sull'altare, mentre stava per recitare il fatidico «sì, lo voglio». I carabinieri le hanno notificato l'esecuzione di una misura cautelare in carcere, per un cumulo di pene legato a reati di droga, proprio il giorno del suo matrimonio. Ma si trattava di un errore.

Leggi anche > Tirocinante violentata in ospedale da un infermiere, orrore al Policlinico di Roma. «Attirata nello sgabuzzino durante il turno di notte»

L'errore del Tribunale

 

Si è trattata di un errore di trascrizione da parte del Tribunale. la sconvolgente vicenda è accaduta a Seveso a una donna di 42 anni che si è vista rovinare il giorno più bello della sua vita, mentre la cerimonia era in corso. I carabinieri hanno interrotto il matrimonio con rito civile per eseguire l'ordine di carcerazione, trasmesso alla Procura di Monza dal Tribunale brianzolo per una sentenza passata in giudicato, nonostante ci fosse stato il ricorso in Appello. A confermare l'errore è stato l'avvocato della donna, una volta interpellato dai carabinieri che hanno eseguito l'arresto e che si sono accorti di una anomalia nei documenti. A quel punto la Procura ha immediatamente ritirato il provvedimento. Ma la frittata orma era stata fatta...


Ultimo aggiornamento: Venerdì 28 Ottobre 2022, 23:19
© RIPRODUZIONE RISERVATA