Il piccolo Luca, travolto e ucciso a 14 anni dal tram. Stava andando in bici a scuola: autista sotto choc

Il piccolo Luca, travolto e ucciso a 14 anni dal tram. Stava andando in bici a scuola: autista sotto choc

di Simona Romanò

Ancora duecento metri di pedalata e sarebbe arrivato al suo liceo, lo scientifico Alberto Einstein. Ma Luca Marengoni, 14 anni, non è mai entrato in classe, la prima D. È morto ieri, alle 8,15, dopo essere stato investito con la sua bici da un tram della linea 16 in via Tito Livio, a Calvairate. Una tragedia che ha sconvolto Milano, dalla comunità scolastica alle istituzioni, alla gente comune. Il sindaco Giuseppe Sala ha annunciato una giornata di «lutto cittadino».
INCIDENTE Luca, che abitava a Città Studi, stava pedalando con un amico in via Tito Livio, da piazza Salgari verso il centro. A un certo punto, secondo i testimoni, ha svoltato a sinistra per attraversare i binari, nel lembo asfaltato all'altezza di via Ammiano, proprio mentre sopraggiungeva il tram. Ancora da capire se non l'abbia sentito, oppure se credeva di fare in tempo ad attraversare. Inevitabile l'impatto: il conducente del mezzo Atm ha visto il ragazzino, ha scampanellato e ha frenato di colpo, secondo i passanti. Ma non è riuscito a evitare lo schianto. L'altro adolescente, invece, ha proseguito dritto, forse per girare più avanti sulle strisce pedonali.

 


I SOCCORSI Il 14enne è rimasto incastrato sotto il tram, la bicicletta spezzata in due. È stato estratto dai vigili del fuoco, ma per lui non c'era più nulla da fare. I sanitari del 118 hanno trasportato in ospedale anche l'autista di 45 anni, sotto shock. A dare la notizia agli studenti è stata la preside del liceo, Alessandra Condito e nella scuola si è tenuto un minuto di silenzio alle 11. Molti genitori sono arrivati per assicurarsi che i figli stessero bene e qualcuno ha già deposto fiori bianchi davanti l'istituto e sul luogo dell'investimento.
INDAGINI La polizia locale sta ricostruendo la dinamica, partendo dalle immagini delle telecamere del quartiere e dal racconto dei testimoni. La Procura ha aperto un fascicolo per omicidio stradale colposo e ha indagato, come prassi, il conducente, per tutelarlo ed eseguire i consueti test su alcol e droghe. Il pm di turno, Cristina Ria, ha disposto l'autopsia sul corpo di Luca, oltre al sequestro della bicicletta e del tram per le analisi della scatola nera.
LUTTO CITTADINO «Proclameremo una giornata di lutto cittadino. Il mio pensiero è rivolto alla famiglia del ragazzo», annuncia il sindaco Sala sui social. Per il governatore Attilio Fontana «è il momento del raccoglimento e della preghiera». Atm ha espresso «profondo cordoglio alla famiglia».


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 9 Novembre 2022, 08:28
© RIPRODUZIONE RISERVATA