Meteo, allerta rossa in Lombardia e in Veneto. Zaia: «Danni ingenti». Temporali e grandine anche in Toscana

Allerta gialla anche in Trentino

Video

Meteo, il Nord Italia ancora nella morsa del maltempo​. Pioggia mai così intensa a Milano negli ultimi 170 anni e, dalla mezzanotte, scatterà in città l'allerta rossa con rischio inondazione per il Seveso e il Lambro. Particolarmente complessa è la situazione in Veneto, dove la Protezione Civile ha dichiarato lo stato di allarme «rosso» per criticità idrogeologica e idraulica su gran parte del territorio regionale, valido a partire dalla tarda serata di oggi: per le prossime 24 ore infatti sono previste nuove precipitazioni nell’ordine di 100, 110 millimetri per mq. Temporali, grandine e vento anche in Toscana, dove è stata diramato un bollettino con allerta gialla.

Tempesta del Sahara su Roma: ecco gli effetti, come nasce e come proteggersi. Microbi fino alla vetta del Monte Bianco

 

Allerta rossa in Lombardia

La Protezione civile di Regione Lombardia ha diffuso il bollettino che prevede allerta arancione a partire dal pomeriggio e, poi, allerta rossa da mezzanotte nel nodo idraulico di Milano. E' prevista, inoltre, allerta arancione e gialla in altre zone della Lombardia. «Invito la popolazione - ha detto l'assessore regionale alla Protezione civile, Romano La Russa - a prestare la massima attenzione, seguendo le indicazioni delle autorita' locali e consultando gli aggiornamenti meteo. Consigliamo di evitare spostamenti non necessari nelle zone interessate dalle allerte e adottare tutte le precauzioni necessarie per garantire la massima sicurezza».

Milano, allerta rossa

Il centro funzionale monitoraggio rischi naturali della Regione Lombardia ha emesso un avviso di criticità rossa (elevata) per rischio idrogeologico a partire dalla mezzanotte, arancione (moderata) per rischio idraulico a partire dalle ore 21 e gialla (ordinaria) per rischio temporali a partire dal primo pomeriggio di oggi, lunedì 20 maggio. Il Centro operativo comunale (Coc) della Protezione civile è attivo per il monitoraggio dei livelli idrometrici dei fiumi Seveso e Lambro e per coordinare gli eventuali interventi in città. A tale proposito è stata convocata un'Unità di crisi locale (Ucl) per la pianificazione delle attività operative e la dislocazione delle squadre sul territorio. Sono previste su Milano forti ed estese precipitazioni soprattutto a partire dalla serata, lungo la notte e nelle prime ore del mattino di domani e quindi si potrebbero creare le condizioni per allagamenti ed esondazioni dei fiumi Seveso e Lambro. Durante l'allerta meteo si invitano i cittadini a non sostare nelle aree a rischio esondazione dei due fiumi e in prossimità dei sottopassi. Inoltre non bisogna sostare sotto gli alberi e le impalcature di cantieri, dehors e tende. È importante provvedere alla messa in sicurezza di oggetti e vasi sui balconi e tutti i manufatti che possono essere spostati dalle intemperie.

 

Allerta gialla in Trentino

La Protezione civile del Trentino ha emesso un avviso di allerta ordinaria (gialla), per possibili frane e allagamenti. L'allerta di due giorni scatterà alla mezzanotte di oggi, lunedi 20 maggio e terminerà a mezzanotte di mercoledi 22 maggio. Viste le previsioni meteo, per ragioni di sicurezza (come riportato nella recente ordinanza di riapertura a senso unico alternato) dalle ore 20 di oggi, lunedi 20 maggio, il Servizio gestione strade chiuderà la SS 350 da località Buse al confine provinciale, fino alle 7 di mercoledi 22 maggio. Eventuali prolungamenti della chiusura saranno valutati in base all'evoluzione meteorologica. Dalla tarda sera di oggi, lunedi 20 maggio, alla sera di domani, una perturbazione atlantica determinerà precipitazioni diffuse a tratti intense e persistenti soprattutto nella mattinata e nelle ore centrali di domani. Specialmente nella fase iniziale e durante le fasi piu intense, le precipitazioni potranno localmente assumere carattere di rovescio temporalesco.

Entro la sera di martedi 21 maggio sono attese cumulate medie di 30 - 60 millimetri e localmente piu di 80 millimetri. Dalla sera o tarda sera di domani alle ore centrali di mercoledi 22 maggio, appare bassa probabilità di precipitazioni. Dal punto di vista idraulico, gli effetti al suolo potranno interessare prevalentemente il Trentino sud-orientale.

 

Temporali e grandine in Toscana 

Un bollettino con allerta gialla è stato diramato dalla sala operativa regionale di protezione civile per rischio idrogeologico e temporali forti su tutta la Toscana dalle ore 14 di oggi fino alle 9 di domani. Lo comunica sui social il presidente della Regione Eugenio Giani. «Sul territorio regionale - informa Giani - sono attese precipitazioni a prevalente carattere di rovescio o temporale, localmente di forte intensità, con possibili colpi di vento e grandinate. L'allerta gialla per vento tra l'altro riprende domani da mezzogiorno alle 22 sulla zona dell'Alto Mugello».

 

Veneto, Zaia: «Danni ingenti»

Nuova allerta rossa su tutto il Veneto per l’approssimarsi in serata di una nuova ondata di maltempo che per le prossime 24 ore porterà nuove precipitazioni nell’ordine di 100, 110 millimetri per mq. “Emetteremo il bollettino di massima allerta nelle prossime ore. Queste piogge previste da stasera avrebbero potuto non essere così problematiche, se nei giorni scorsi non avessimo avuto già così tanta acqua che ha intriso il territorio e che ancora si fatica a smaltire” ha dichiarato il presidente della Regione Veneto Luca Zaia. «I danni sono ingenti, non abbiamo ancora un dato preciso, però sicuramente sono danni importanti sia ai privati per le abitazioni allagate sia quelli a infrastrutture e per le frane. Poteva andare peggio, considerato che abbiamo avuto un'ondata di maltempo paragonabile a quella del 2010. Ci siamo salvati solo grazie alle opere idrauliche che sono state fatte ma di danni ce ne sono ugualmente» ha concluso il governatore del Veneto.

 

Venezia, rischio idrogeologico

La Protezione civile del Comune di Venezia, sulla base dei dati del Servizio meteorologico del Centro funzionale decentrato (CDF) della Regione Veneto, ha emesso un avviso di criticità con allerta arancione per il rischio idrogeologico e idraulico e gialla per il rischio idrogeologico per temporali. Dalla serata odierna e per domani martedi 21 maggio, infatti, e prevista una nuova fase perturbata, con precipitazioni diffuse che potranno essere intense e abbondanti, anche a carattere di rovescio e temporale.

 

Le previsioni

L'Europa centro-occidentale è interessata da una struttura depressionaria che innescherà correnti particolarmente umide sud-occidentali sul Mediterraneo, interessando parte delle regioni centro-settentrionali italiane, specie quelle di Nord-Est, dove sono attese piogge diffuse e localmente persistenti. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d'intesa con le regioni coinvolte - alle quali spetta l'attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati - ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. L'avviso prevede dal tardo pomeriggio di oggi precipitazioni da sparse a diffuse e localmente persistenti, anche a carattere di rovescio o temporale, su Toscana, Emilia-Romagna, Lombardia e Veneto, in estensione al Friuli Venezia Giulia e alle Province Autonome di Trento e Bolzano. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento. Sulla base dei fenomeni previsti e in atto è stata valutata per la giornata di domani, martedì 21 maggio, allerta rossa su alcuni settori di Lombardia e Veneto, allerta arancione su alcune aree di Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna e allerta gialla su gran parte del centro-nord.


Ultimo aggiornamento: Martedì 21 Maggio 2024, 12:15
© RIPRODUZIONE RISERVATA