Alessia Pifferi, l'ombra degli abusi sulla piccola Diana: «Identificato un uomo». Federica Panicucci sbotta in diretta contro il legale della donna

Il legale della Pifferi ha provato a sottolineare come l'accusa di abusi sia solo un'ombra per ora, ma la conduttrice di Mattino Cinque incalza: gli inquirenti non sono impazziti

Video

Mattino Cinque torna sul caso di Alessia Pifferi e sull'ombra degli abusi sessuali emersa dopo che sono state visionate alcune chat della mamma della piccola Diana. La bambina di 18 mesi, morta di stenti a Milano dopo essere stata abbandonata per giorni dalla madre, potrebbe, dunque, essere stata anche abusata dagli uomini con cui si intratteneva la donna.

Leggi anche > Storie Italiane, confessione choc dell'inviata in diretta: «Sono stata minacciata e aggredita». Eleonora Daniele annuncia provvedimenti

«Identificato un uomo»

Federica Panicucci in diretta riferisce che è stato già identificato un uomo, un 56enne del bergamasco a cui la Pifferi, nel corso di una chat erotica, aveva scritto che avrebbe baciato la sua bambina. All'uomo sono stati sequestrati 6 telefoni e si sta indagando per capire se possegga materiale pedopornografico.

Un piano che getta nuove ombre sulla mamma di Diana, ma il legale della donna, D'Auria, in diretta sostiene che si tratta solo di una parte della chat e che occorre cautela nell'affermare queste accuse.

Chat erotica

La Panicucci insiste, spiegando che la chat non è stata estrapolata in modo mirato, ma si trattava comunque di una chat erotica, in cui la donna, che stava facendo sexting con un altro uomo, mette in mezzo la figlia. Alle resistenze del legale però la conduttrice esplode: «Avvocato, capisco faccia il suo lavoro, ma i fatti sono quelli».

Poi aggiunge: «Avvocato non è che si va su Tinder per organizzare il veglione di Capodanno, non diciamo che tutti quelli che vedono queste chat abusano di bambini, ma quella chat aveva un contenuto erotico e c'era anche in mezzo la bambina».

Leggi anche > Bimba morta di stenti, Alessia Pifferi e gli ansiolitici alla piccola: il legale svela un dettaglio (e minaccia denunce)

Le interviste ai vicini

Vengono poi mandate in onda una serie di interviste di vicini che parlano di Alessia come una donna molto disinibita, in cui si giudica il suo operato di madre e tornati in studio il legale della Pifferi incalza: «Sì, ma dove erano queste persone? Oggi tutti additano Alessia come il mostro, ma perché non hanno attivato i servizi sociali?», la Panicucci, visibilmente stizzita però replica: «Cosa significa? Non è che uno può immaginare quello che accade in casa».

Poi, i toni in diretta si smorzano e si torna a parlare del caso.

 

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 26 Ottobre 2022, 22:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA