Asti, bambino di 20 mesi muore ma ai funerali i genitori non si presentano. «Non ci hanno avvisato»

Mario Domenico era stato tolto ai genitori naturali, non avvisati delle esequie dai servizi sociali

Muore bimbo di 20 mesi, funerali senza i genitori: «Non ci hanno avvisato»

È morto a 20 mesi per una crisi respiratoria, dopo aver combattuto con una grave malattia sin dalla nascita. Ma al funerale i genitori non erano presenti, perché non informati. La storia, che arriva da Asti, «è nata male e finita male», dice l’avvocato che assiste il padre del bambino. Mario Domenico (questo il nome del ragazzino) era stato tolto ai genitori dai servizi sociali, perché considerati non adatti ad accudirlo. E le pratiche per l'adozione erano state già avviate. Così il bimbo era stato affidato a una famiglia e poi trasferito in un centro specializzato quando le sue condizioni si erano aggravate.

Bimbo di 3 anni cade dalle scale e muore tagliandosi con una bottiglia. Era in vacanza in agriturismo con i genitori

Bambina di due anni cade in piscina alla festa di matrimonio, salvata da cameriera con un massaggio cardiaco

Cosa è successo

Da quando gli assistenti sociali hanno preso il bambino, i genitori avevano potuto vederlo ogni due settimane. Poi il permesso gli è stato revocato. Il bambino nel frattempo si è aggravato ed morto, stroncato da una forte crisi respiratoria. Così organizzare il funerale è toccato ai servizi sociali, ma non avrebbero avvertito i genitori naturali, che hanno scoperto della celebrazione solo una settimana dopo. «Non ci sono state violazioni giuridiche da parte del Comune di Asti e del tribunale per i Minorenni di Torino ma sul lato umano si poteva fare diversamente», dice il legale. 


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 1 Giugno 2022, 18:21
© RIPRODUZIONE RISERVATA