Treni, caos sull'alta velocità Firenze-Roma: circolazione in ripresa, ma ritardi fino a 150'

La rabbia di AssoUtenti: "Chiediamo a Rfi di aprire un tavolo con le associazioni dei consumatori sulle problematiche delle infrastrutture ferroviarie italiane, volto a studiare soluzioni in grado di garantire i servizi e tutelare i diritti dei passeggeri"

Treni, caos sull'alta velocità Firenze-Roma: circolazione in ripresa, ma ritardi fino a 150'

La circolazione dei treni è in graduale ripresa sulla linea dell'Alta Velocità Firenze-Roma, dopo il caos di questa mattina dovuto ad un problema tecnico e l'intervento dei tecnici di Rete Ferroviaria Italiana. Restano però rallentamenti e ritardi praticamente in tutta Italia: dopo aver raggiunto un picco fino a tre ore, in questo momento diversi collegamenti registrano ancora fino a 150' di ritardo.

Leggi anche > Green pass, verso l'addio: le ultime novità. Costa: «Al lavoro solo con il tampone»

Caos treni, circolazione in ripresa ma restano i ritardi

Il traffico ferroviario è in graduale ripresa sulla linea AV/convenzionale Firenze - Roma dopo un inconveniente tecnico alla linea verificatosi in prossimità di Firenze Campo Marte. Ancora in corso l'intervento dei tecnici di Rfi. Si segnalano pesanti le ripercussioni sulla circolazione, con rallentamenti fino a due ore e mezzo. L'azienda ferroviaria sta continuando con la riprogrammazione dell'offerta ferroviaria, cancellazioni e limitazioni di percorso.

Caos treni, la rabbia degli utenti: «Rimborsi e risarcimenti»

Appena scoppiato il caos per la circolazione ferroviaria tra Firenze e Roma, è arrivata la dura presa di posizione di AssoUtenti. Il presidente, Furio Truzzi, ha spiegato: «Guasti e problemi tecnici sulla rete dell'Alta velocità si stanno verificando con troppa frequenza, coinvolgendo le stesse aziende di trasporto ferroviario e migliaia di cittadini che pagano salati biglietti per viaggiare».

«Chiediamo a Rfi di aprire un tavolo con le associazioni dei consumatori sulle problematiche delle infrastrutture ferroviarie italiane, volto a studiare soluzioni in grado di garantire i servizi e tutelare i diritti dei passeggeri» - ha spiegato Truzzi - «Vogliamo inoltre che a tutti gli utenti coinvolti nei disagi odierni sia riconosciuto un indennizzo per i danni subiti, oltre al rimborso del biglietto come previsto dalla normativa vigente, e ci mettiamo a disposizione di chi, a causa dei problemi odierni, voglia avviare azioni risarcitorie nelle sedi competenti» conclude Truzzi. 


Ultimo aggiornamento: Giovedì 17 Marzo 2022, 14:06
© RIPRODUZIONE RISERVATA