In cima alla Torre di Pisa sulle spalle del papà: così Margherita, bimba di 8 anni in sedia a rotelle, realizza un sogno

Il papà sale 297 gradini per esaudire il desiderio di sua figlia, sulla sedia a rotelle

In cima alla Torre di Pisa sulle spalle del papà: così Margherita, bimba di 8 anni in sedia a rotelle, realizza un sogno

Margherita è salita fino in cima sulla Torre di Pisa, sulle spalle di suo padre, Junio, che ha scalato i 297 scalini per portare sua figlia, 8 anni e disabile, ed avverare il suo sogno. La bambina, mesi fa, guardava dal basso il monumento più famoso di Pisa, chiedendo al suo babbo, di poter salire fin lassù. E mesi dopo quel desiderio si è avverato e Margherita ha potuto guardare tutti dall'alto al basso.

Bambino disabile di 6 anni muore annegato in un fiume, il papà non può aiutarlo perché è svenuto: mistero su cosa sia accaduto

L'impresa di Margherita e suo padre

Junio Cristiano Caselli è riuscito in quell'impresa, grazie al sostegno di tanti, che hanno preso a cuore il sogno di una bambina che vive su una sedia a rotelle. «Siamo arrivati a toccare le campane, era veramente felice, sorridente, libera. Anch'io mi sono commosso» racconta il papà di Margherita sulle pagine del Corriere Fiorentino.

Abusi sessuali sul figlio disabile di 7 anni, arrestata la mamma: incastrata da un audio scoperto dal marito

Un gesto simbolico

Insieme a loro due, anche la mamma Roberta, la sorella Anna Chiara, alcuni amici,i vigili del fuoco, il personale dell'Opera Primaziale ed il sindaco Michele Conti della città toscana. Per salire i quasi 300 scalini, papà Junio ha dovuto allenarsi, comprando un sacco da crossfit più pesante di Margherita inziando a «fare le scale su e giù del mio condominio, volevo arrivare preparato». Ma il gesto di Junio e Margherita ha anche un forte valore simbolico e «deve far ragionare sulle barriere architettoniche, di quanto anche un singolo scalino nelle città sia a volte un ostacolo».


Ultimo aggiornamento: Giovedì 8 Settembre 2022, 13:17
© RIPRODUZIONE RISERVATA