Scippi e rapine, fine dell'incubo: presa la banda, sei di loro sono marocchini

La polizia ha arrestato sei marocchini e un italiano di origini nordafricane, tutti con precedenti

Scippi e rapine, fine dell'incubo: presa la banda, sei di loro sono marocchini

Fine dell'incubo. Dopo una lunga serie di scippi e rapine, compiute quasi sempre contro facoltosi imprenditori e commercianti, sono stati arrestati dalla polizia i responsabili.

«Massacrata di pugni da un marocchino ubriaco e drogato»: la mamma stava andando con il figlio di 3 anni a mangiare un gelato

Scippi e rapine, presa la banda

Gli scippi e le rapine venivano compiuti quasi sempre ai danni di ricchi cittadini di nazionalità cinese, tutti residenti a Prato o in provincia. Le indagini erano partite nel febbraio scorso, dopo le prime denunce, e hanno permesso di raccogliere gravi elementi indiziari nei confronti di una banda composta da sei cittadini di nazionalità marocchina, due dei quali irregolari sul territorio nazionale, ed un italiano di origini marocchine, tutti con precedenti penali anche specifici, dediti in maniera seriale alla commissione di rapine su strada, perpetrate prevalentemente in orari notturni, ai danni di imprenditori cinese.

Tira un pugno all'infermiere, voleva dormire in ospedale: denunciato clochard

Scippi e rapine, le indagini

Dalle indagini, sarebbero almeno quattro gli episodi contestati agli arrestati. I rapinatori, appartenenti ad un sodalizio criminale senza un preciso capo, travisati con mascherine chirurgiche e calzanti cappellini o cappucci, attendevano nei pressi delle abitazioni le loro vittime, che venivano aggredite e percosse al fine di sottrarre loro orologi di lusso nonché portafogli ed effetti personali. Uno degli indagati, un marocchino di trenta anni, è inoltre ritenuto coinvolto nell'importazione di oltre 4 chili di cocaina, due dei quali sequestrati il 19 febbraio scorso in un'operazione relativa ad un altro procedimento penale che ha portato, peraltro all'arresto di un altro connazionale.

Jonathan, dimesso dall'ospedale e morto il giorno dopo: indagati quattro medici e un infermiere

Gli arresti

L'operazione di polizia giudiziaria ha visto oggi la partecipazione di circa 20 operatori della Questura, tre equipaggi di rinforzo del Reparto Prevenzione Crimine di Firenze ed il supporto tecnico di un elicottero del reparto Volo della Polizia di Stato in quanto uno degli arrestati in passato era sfuggito ad una analoga operazione di polizia in un altro contesto territoriale. I soggetti fermati, complessivamente cinque - mentre un sesto è ancora ricercato - sono stati condotti nel carcere di Prato.


Ultimo aggiornamento: Martedì 13 Settembre 2022, 19:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA