«Le ombre della sera», l'estate di Castiglione del Lago prende vita: arriva il concerto di Massimo Bigi e Andrea Mirò

Direttamente dalla factory di Andrea Ruggeri, le due voci graffianti di Massimo Bigi e Andrea Mirò presentano il nuovo album "Bestemmio e Prego"

«Le ombre della sera», l'estate di Castiglione del Lago prende vita: arriva il concerto di Massimo Bigi e Andrea Mirò

L'estate di Castiglione del Lago prende vita con lo spettacolo «Le ombre della sera». Nella suggestiva cornice della Rocca Medievale, sabato 9 luglio, andrà in scena un'esibizione gratuita dei due artisti della factory di Enrico Ruggeri: Massimo Bigi e Andrea Mirò.

 

I due artisti graffianti e poetici, energici, intimi e suadenti, direttamente dalla factory di Enrico Ruggeri (Anyway Music) presenteranno l'album «Bestemmio e Prego», scritto insieme proprio al mitico Rrouge. L’appuntamento, che fa parte del cartellone di «Estate Castiglione 2022», è per sabato luglio alle ore 21:30 con il palco che si animerà delle due voci di Massimo Bigi e Andrea Mirò.

«Sarrano due spettacoli in uno - spiega Massimo Bigi -. Io e Andrea Mirò condivideremo il palco presentando il mio ultimo album 'Bestemmio e Prego' che è uscito due anni fa e insieme canteremo il nostro singolo 'Le ombre della sera', estratto proprio dal mio album». 


Sarà un’occasione unica per assistere al concerto di due cantautori diversi ma accomunati da un’esperienza che li vede insieme protagonisti nel nuovo singolo «Le ombre della sera», attualmente in rotazione su molte radio nazionali.

«Bestemmio e prego» è stato prodotto dallo stesso Enrico Ruggeri con la partecipazione di alcuni artisti vicini al cantautore, tra cui appunto Andrea Mirò, voce unica e artista eclettica che veste i panni anche di direttrice d’orchestra, chitarrista, pianista e compositrice.

«'Bestemmio e Prego' nasce come la prima cosa venuta in mente - racconta Massimo Bigi - mentre insisto con un riff di chitarra alle sei di mattina. La frase si appoggia bene, poi il resto viene da sé. 'Bestemmio e Prego' vive di una sua sacralità, lontanissima dalla blasfemia, è un’immagine del dualismo e della contraddizione interiore che ognuno di noi porta dentro. Enrico Ruggeri rimane un artista col cuore e l’entusiasmo di un bambino e in questo ci somigliamo. È lui che ha avuto il genio e la sconsideratezza di produrre questo album. Andrea Mirò è un’artista consapevole, preparata, impeccabile, capace di diventare bambina anche lei, se c’è da dare una mano ad un amico. È più adulta di noi. Immensa quando si lascia andare».
 

Un appuntamento imperdibile a ingresso gratuito che non ha bisogno di prenotazioni e che riuscirà a scaldare ancor di più la torrida estate di Castiglione del Lago. 


Ultimo aggiornamento: Giovedì 7 Luglio 2022, 14:11
© RIPRODUZIONE RISERVATA