Firenze choc: «Ebreo di m...». Insulti a un 13enne nella Giornata della Memoria

L'adolescente era già stato vittima di bullismo e aveva cambiato scuola

Firenze choc: «Ebreo di m...». Insulti a un 13enne nella Giornata della Memoria

Una reazione esemplare, quella di un 13enne vittima di insulti antisemiti da parte di un coetaneo a Firenze, nel Giorno della Memoria.

Leggi anche > Lascia la sigaretta accesa, il letto va a fuoco: grave un 86enne a Firenze

Insulti antisemiti nella Giornata della Memoria, la reazione esemplare

La vittima degli insulti antisemiti è un 13enne che vive in zona Campo di Marte, figlio di un uomo di religione ebraica. Un suo coetaneo, residente nello stesso quartiere ed ex compagno di scuola, lo ha insultato così: «Te e la tua famiglia siete solo degli ebrei di m...». Il ragazzino, però, come denunciato dai genitori a La Nazione, ha reagito così: Vergognati di quello che hai detto, se ci fossi stato te nelle camere a gas dei nazisti non ti verrebbero mai in mente queste parole». La mamma del 13enne ha spiegato: «Sono orgogliosa di mio figlio, che ha difeso la religione del padre».

Insulti antisemiti, il 13enne già vittima di bullismo

Non si tratta del primo atto di bullismo che il 13enne ha dovuto subire: già vessato dai compagni, aveva dovuto cambiare scuola. Lo spiega la mamma: «Mio figlio è un po' sovrappeso e per questo è stato subito preso di mira una volta iniziata la scuola. Gliene sono state fatte di tutti i colori tanto che alla fine, un po' per la Dad che ha complicato molto la vita dei ragazzi e un po' per la paura di tornare in classe, ha finito per chiudersi i se stesso, isolandosi nella sua stanza. A lungo ho carcato di parlare con la dirigente scolastica per cercare di trovare una soluzione ma non sono mai riuscita ad avere un appuntamento».
Dalla scuola, tuttavia, non ci sarebbero al momento conferme che i vertici fossero a conoscenza degli spiacevoli episodi avvenuti ai danni del ragazzino, che ha finito la seconda media (durante la quale è stato anche seguito da uno psicoterapeuta) ma di tornare alla 'Dino Compagni' per l'ultimo anno non ne ha voluto sapere: «Lo abbiamo spostato in una scuola privata in centro e ora finalmente è felice e sta bene». Poi il nuovo episodio antisemita lontano dalla scuola ma con gli ex compagni che sono tornati ad insultarlo.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 2 Febbraio 2022, 14:43
© RIPRODUZIONE RISERVATA