Crolla un ponte, terrore nel Pisano ma (per fortuna) nessun ferito. Il sindaco: «Tragedia sfiorata»

Il cedimento strutturale del ponte sulla strada provinciale 329 in provincia di Pisa poteva trasformarsi in una tragedia e scoppia la polemica

Crolla un ponte, terrore nel Pisano ma (per fortuna) nessun ferito. Il sindaco: «Tragedia sfiorata»

di Redazione Web

Nella serata di giovedì 1 dicembre è crollato un ponte nel territorio di Monteverdi Marittimo, in provincia di Pisa, lungo la strada provinciale 329. Il crollo è avvenuto intorno alle 20.30 e fortunatamente non vi sono stati feriti. Ma poteva trasformarsi in una vera e propria tragedia. A segnalare la vincenda è stato il sindaco Francesco Govi che su Facebook ha informato anche sui tempi necessari per ristabilire la viabilità.

Leggi anche > La piccola Caterina non ce l'ha fatta: morta la bimba nata dalla mamma in coma

Il crollo

A determinare il crollo potrebbe essere stato il cedimento di un pilastro. La zona è una delle più trafficate nel territorio: il ponte interessato, infatti, si trova tra Monteverdi e la frazione di Canneto. La viabilità è stata interrotta subito dopo il crollo e stamani i tecnici di Comune e Provincia si sono messi all'opera per ripristinare la normale circolazione delle automobili. Serviranno però mesi prima di tornare alla normalità.

La denuncia social

«Per poco è stata sfiorata una tragedia - ha scritto in tarda serata sui suoi canali social il sindaco Francesco Govi -. Fortunatamente non ci sono state persone o mezzi coinvolti nel crollo. Faremo il punto della situazione con la provincia di Pisa per stabilire le cause del cedimento e iniziare il percorso per la realizzazione dell'opera ben consapevoli del fatto che serviranno mesi per il ripristino della viabilità». Ma dopo l'allarme lanciato subito dopo il crollo, adesso per le istituzioni è tempo di mettersi a lavoro per ripristinare la viabilità. Così in mattinata, lo stesso sindaco, sempre su Facebook, ha informato quanto tempo servirà a ripristinare il ponte crollato.

«2-3 mesi»

«Nell'arco temporale di 60-90 giorni la Provincia provvederà alla demolizione dell'impalcato del ponte e successivamente provvederà al posizionamento di un ponte Bailey per ripristinare la viabilità in senso unico alternato». Lo annuncia su Fb il sindaco di Monteverdi Marittimo dopo un sopralluogo al ponte crollato insieme al presidente della Provincia di Pisa, Massimiliano Angori, e ai tecnici provinciali. «Allo stesso tempo - ha proseguito Govi - la Provincia provvederà alla progettazione e infine all'esecuzione dell'opera che comporterà oltre un anno di interventi».

 

Le polemiche

Nel frattempo il cedimento strutturale avvenuto sulla strada provinciale 329 innesca le prime polemiche politiche. Per il consigliere provinciale del centrodestra Paolo Moschi «occorre ringraziare la Provvidenza se non ci sono stati feriti, perché è del tutto insufficiente e inadeguata la gestione della viabilità della Provincia di 
Pisa. Il Presidente Angori e il suo delegato Giacomo Santi dovrebbero chiedere scusa ai cittadini di Monteverdi così e di tutta la Valdicecina per i continui ritardi e rinvii di opere, come nel caso di Castelnuovo, i cui lavori sono fermi nonostante siano finanziati. Ora è urgente fare una ricognizione completa di tutti i ponti e i cavalcavia della provincia, capire lo stato di salute delle strade e intervenire».


Ultimo aggiornamento: Venerdì 2 Dicembre 2022, 20:40
© RIPRODUZIONE RISERVATA