Scuola non trova il bus con la pedana: Cosimo escluso dalla gita perché disabile

La scuola dà la colpa allo sciopero degli insegnanti che ha portato al cambio di data, mentre il padre di Cosimo parla di vera e propria discriminazione

La scuola non trova il bus con la pedana: Cosimo escluso dalla gita perché disabile

La gita scolastica per ogni alunno è l'evento più bello dell'anno, ma per Cosimo un bambino di 9 anni affetto da displasia fibrosa poliostotica si è trasformata in un incubo. Suo padre lo ha accompagnato a scuola, come ogni giorno, sapendo che sarebbe rimasto in classe, da solo, insieme all'insegnante di sostegno mentre i suoi compagni sarebbero andati in gita. Il motivo? La scuola non è riuscita a trovare un bus in grado di caricare a bordo la sua carrozzina.

Leggi anche > Isola d'Elba, bimba di 3 anni investita dalla mamma di un compagno di scuola

Cosimo non può rinunciare alla sua carrozzina e la scuola non è riuscita a trovare un bus con pedana automatizzata che permettesse anche a lui di salire. Sulla questione è intervenuto anche il presidente dell'istituto comprensivo che ha precisato come il cambio di data della gita, per via dello sciopero degli insegnanti nei giorni precedenti, avrebbe fatto perdere la disponibilità di un mezzo attrezzato chiesto alla ditta incaricata per il trasporto dell'alunno diversamente abile. «Per questo abbiamo subito contattato la madre dello studente, spiegandole che era sorta questa complicazione. Lei però ci ha tranquillizzati, dicendo che la famiglia era disponibile ad accompagnarlo».

Il papà di Cosimo invece parla di vera e propria discriminazione. «Tutti i mezzi di trasporto pubblico hanno la pedana per le carrozzine», ha raccontato l'uomo. Gli studenti della scuola elementare dovevano visitare l'istituto alberghiero Saffi, per un progetto sullo stare bene a tavola e i comportamenti da tenere.
 

Il trasporto era stato affidato a un bus di Autolinee Toscane, attrezzato per far salire a bordo la carrozzina del bambino. La gita però è stata rinviata al 31 maggio per lo sciopero della scuola. E qualche giorno prima della gita la famiglia del piccolo è stata avvisata dell'impossibilità di trovare un trasporto adeguato.
 

«Venerdì scorso la maestra ha detto a mia moglie che avremmo dovuto portare noi il bambino direttamente alla struttura - ribadisce il padre di Cosimo - perché la scuola non aveva trovato il pulmino adibito anche alla carrozzina, ma noi abbiamo spiegato che in quel momento non potevamo accompagnarlo». E a rimetterci è stato il piccolo Cosimo, che ha passato una giornata da solo, in una classe vuota, mentre i suoi amici erano in gita tutti insieme.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 1 Giugno 2022, 17:11
© RIPRODUZIONE RISERVATA