Regioni, da lunedì cambiano ancora i colori: Sardegna e Molise in arancione, la nuova mappa dell'Italia

Regioni, cambiano ancora i colori: la nuova mappa dell'Italia

Sardegna e Molise passano in arancione dal 22 marzo. Lo prevede l'ordinanza che il ministro della Salute Roberto Speranza che entra in vigore domani, lunedì. La Sardegna era in zona bianca e quindi retrocede in arancione, mentre il Molise fa il percorso inverso e passa da rosso ad arancione. La Campania, invece, resta rossa.

Viene infatti prorogata l'ordinanza in scadenza relativa all'area rossa nella Regione. Come in tutte le altre regioni, che confermano il colore della settimana che si chiude oggi. Anche se Lazio e Lombardia sperano di uscire dalla zona rossa dal prossimo fine settimana.

I nuovi colori delle Regioni da lunedì 22 marzo

Il ministro della Salute Roberto Speranza, sulla base dei dati e delle indicazioni della Cabina di regia del 19 marzo, ha firmato nuove ordinanze in vigore a partire da lunedì 22 marzo, che dispongono il passaggio in zona arancione per le Regioni Sardegna e Molise. Prorogata invece l’ordinanza in scadenza relativa alla Campania, che resta ancora in zona rossa.

Tutto questo fatte salve eventuali misure più restrittive già adottate sui singoli territori. Come sappiamo, per effetto del decreto-legge 12 marzo, alle Regioni in zona gialla nel periodo 15 marzo-6 aprile 2021 si applicano le stesse misure della zona arancione e, nei giorni 3, 4 e 5 aprile 2021, sull’intero territorio nazionale, ad eccezione delle Regioni o Province autonome i cui territori si collocano in zona bianca, si applicheranno le misure stabilite per la zona rossa.

Da lunedì 22 marzo dunque l’Italia è così suddivisa:

zona rossa: Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Lombardia, Marche, Piemonte, Provincia Autonoma di Trento, Puglia, Veneto

zona arancione: tutte le altre.

zona bianca: nessuno

Le ordinanze andranno in vigore da lunedì 22 marzo. Il presidente della Regione Liguria ha firmato un'ordinanza che prolunga la didattica a distanza al 100% per le scuole superiori in Liguria fino al 31 marzo. Lo ha annunciato lo stesso presidente della Regione Giovanni Toti. "Abbiamo prolungato l'ordinanza regionale per la Dad nelle scuole superiori fino al 31 marzo perché poi cominciano le vacanze pasquali e scade il decreto legge del Governo Draghi".

Si continua ad osservare un livello generale di rischio alto: dieci Regioni (stesso numero della settimana precedente) hanno un livello di rischio alto. Le altre 11 Regioni/PPAA hanno una classificazione di rischio moderato (di cui sette ad alta probabilità di progressione a rischio alto nelle prossime settimane). Lo evidenzia la bozza di monitoraggio settimanale Iss-ministero della Salute.


Ultimo aggiornamento: Domenica 21 Marzo 2021, 22:06
© RIPRODUZIONE RISERVATA