Zio 53enne offre soldi al nipote di 15 anni per fare sesso: è ai domiciliari

L'uomo è accusato di tentata induzione alla prostituzione minorile

Zio 53enne offre soldi al nipote di 15 anni per fare sesso: è ai domiciliari

Uno zio orco. Offriva soldi a suo nipote, un ragazzino di 15 anni, per indurlo a concedersi sessualmente e avere rapporti con lui. L'uomo, residente a Chieti, in passato aveva già avanzato simili richieste, motivo per cui era stato condannato per reati a sfondo sessuale.

Il 53enne, zio della vittima, dopo l'ennesimo tentativo di abuso, è stato arrestato dai carabinieri di Chieti ed ora è detenuto ai domiciliari, dovrà rispondere del reato di tentata induzione alla prostituzione minorile.

Vincono 500mila euro alle slot, dieci anni dopo la doccia fredda: «Devono restituirli». Ecco perché

La vicenda

Secondo le informazioni raccolte dai poliziotti della squadra mobile di Chieti, il 53enne avrebbe offerto soldi a suo nipote di 15 anni, affinché si convincesse a fare sesso con lui. Non sono note, al momento, le circostanze che hanno portato all'arresto dell'uomo, se cioè sia il ragazzo o altre persone a conoscenza dei fatti ad averlo denunciato alla polizia. 

Circondati dal branco di ragazzini e rapinati per 60 euro: «Gli hanno spento una sigaretta sul polso»

In alcune occasioni, l'uomo, rimasto da solo con il 15enne suo nipote, in particolare durante alcuni tragitti in auto insieme, gli avrebbe offerto dei soldi per rapporti sessuali, ma anche altri piccoli regali, come l'abbonamento dell'autobus o addirittura la disponibilità di una cameretta, dove con ogni probabilità avrebbe anche potuto approfittare di lui.

Ora, lo zio orco, deve rispondere davanti ai magistrati della Procura dell'Aquila di tentata induzione alla prostituzione minorile.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 18 Agosto 2022, 08:57
© RIPRODUZIONE RISERVATA