Ylenia, picchiata e data alle fiamme nel suo appartamento nel Napoletano: aveva 33 anni. Fermato un uomo

Ylenia, picchiata e carbonizzata nel suo appartamento nel Napoletano: aveva 33 anni. Fermato un uomo

Il cadavere di Ylenia Lombardo, giovane mamma di 33 anni di San Paolo Bel Sito, piccola cittadina del Nolano, nella provincia di Napoli, è stato trovato semi-carbonizzato. La donna, originaria di Pago del Vallo di Lauro, nella provincia di Avellino, è stata trovata ormai senza vita all'interno del suo appartamento dove si era ormai trasferita da qualche tempo. Un 36enne è stato fermato su disposizione della Procura di Nola. 

 

 

 

Leggi anche > «Cara, vai a comprare la pizza dal fornaio?». Lei esce di casa e lui si spara: dramma ad Ancona

 

L'allarme è scattato ieri pomeriggio quando i vicini hanno notato del fumo uscire dal suo appartamento e hanno chiamato le forze dell'ordine. Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco, i sanitari del 118 e i carabinieri del Nucleo Investigativo di Castello di Cisterna e quelli della compagnia di Nola, ma purtroppo per Ylenia non c'è stato nulla da fare. Il caso della giovane mamma sembra essere avvolto nel mistero e non si esclude l'ipotesi di omicidio visto che nel suo appartamento sono state trovate tracce di sangue.

 

La donna viveva sola nella provincia di Napoli e si sta ora cercando di indagare sulla sua vita. Gli investigatori hanno già ascoltato familiari e testimoni. Ylenia era madre di una bambina che vive a Roma con la nonna materna. In queste ore avrebbe dovuto raggiungere proprio l’amata figlioletta. Ora è stata disposta l'autopsia sul corpo che potrà fare maggiore chiarezza sul caso. 

 

 


Ultimo aggiornamento: Giovedì 6 Maggio 2021, 13:37
© RIPRODUZIONE RISERVATA