Viviana Parisi, il furgone si sarebbe schiantato contro l'auto della dj: «Gioele potrebbe essere rimasto gravemente ferito»
di Alessia Strinati

Viviana Parisi, il furgone si sarebbe schiantato contro l'auto della dj: «Gioele potrebbe essere rimasto gravemente ferito»

Sarebbe stato il furgone a colpire l'auto di Viviana Parisi. A mettere alla luce i nuovi elementi del caso della mamma trovata morta insieme al figlio Gioele nel messinese sono Carmelo Costa e Giuseppe Monfreda, consulenti delle famiglie Mondello e Parisi dopo aver analizzato le vetture insieme ai tecnici della procura di Patti (Messina).

Leggi anche > Maria Paola Gaglione, oggi i funerali: «Il fratello Michele ha inseguito lo scooter per sedici minuti e urlava a Ciro: 'ti devo uccidere'»



L'auto di Viviana e il mezzo di soccorso erano in movimento, secondo i rilievi, quindi non sarebbe stata la Parisi ad urtare il furgone, ma il contrario, probabilmente durante una manovra di sorpasso. È emerso inoltre che il seggiolino di Gioele non era agganciato, come avrebbe dovuto, quindi nell'impatto il bimbo potrebbe essersi fatto molto male e presumibilmente potrebbe aver riportato ferite gravi. Da ulteriori analisi è stato evidenziato che il seggiolino di fatto non era utilizzabile, quindi il piccolo era seduto in un'altra postazione.

I legali delle famiglie però discutono i ritardi del sequestro del furgoncino. Mentre la vettura di Viviana è stata subito posta sotto sequestro, il mezzo dove si trovavano a bordo i tecnici che si occupavano di manutenzione delle autostrade è stato sequestrato dopo diversi giorni. Questo ritardo potrebbe compromettere le indagini nel caso in cui siano stati fatti lavori o modifiche prima dei rilievi.
Ultimo aggiornamento: Martedì 15 Settembre 2020, 19:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA