Visita fiscale del medico, ma nella casa sbagliata: 54enne ha lo stipendio ridotto

Visita fiscale del medico, ma nella casa sbagliata: 54enne ha lo stipendio ridotto

CASIER - R.C., 54 enne trevigiana e dipendente di un supermercato, è rimasta vittima di una vicenda grottesca. La donna, infatti, dopo un ricovero di 15 giorni in ospedale per una delicata operazione, una volta tornata nella sua casa di Casier-Dosson, in provincia di Treviso, ha ricevuto la visita fiscale da parte del medico dell’Inps. E qui è nato l’inghippo. Chi ha effettuato il controllo, infatti, seguendo l’attestato telematico di malattia rilasciato dall’ospedale, si è recato nella via indicata, al civico 10, mentre la donna vive in un vicolo della stessa via, anch'essa al civico 10. Risultato? Anche  dopo aver svelato l’equivoco alla donna è stato annunciato che le verrà decurtato lo stipendio. Per questo la 54enne trevigiana ha deciso di rivolgersi all’ufficio legale dell’Adico che ora valuta il ricorso.

Lascia la polizia e si trasferisce in Norvegia: «Prendo tremila euro al mese, in Italia non torno»

La vicenda, come detto, si sviluppa  attorno a un dato contenuto nell’attestato telematico di malattia. Nel foglio, infatti, alla voce “residenza e domicilio” è già stampata la dicitura via/piazza. Nel caso in questione, una volta dimessa R.C. ha indicato il nome della sua strada, senza specificare che si trattava del vicolo Tabanelli e non della via. La donna ha spiegato che «il medico è andato in via Tabanelli, 10 e, pur non essendo scritto alcun nome sul campanello, ha suonato e non ha trovato nessuno. A quel punto ha lasciato nella cassetta delle lettere il verbale della visita andata a vuoto». A nulla, però, sono valse le successive spiegazioni presentate all’Inps da R.C.
Venerdì 11 Gennaio 2019, 15:54
© RIPRODUZIONE RISERVATA