Violenza sessuale nei bagni della stazione, ma la vittima riesce a fuggire. L'uomo potrebbe essere un maniaco seriale

La donna è riuscita a divincolarsi e a chiedere aiuto al personale di stazione, che ha subito allertato la polizia ferroviaria

Violenza sessuale nei bagni della stazione, ma la vittima riesce a fuggire. L'uomo potrebbe essere un maniaco seriale

di Redazione web

Ha tentato lo stupro nei bagni della stazione di Orte, ma la vittima, una donna di 49 anni, è riuscita a divincolarsi e scappare dal maniaco, per poi denunciare la violenza agli agenti della Polfer, che sono riusciti a fermare ed arrestare l'uomo.

Maniaco seriale?

La convinzione degli inquirenti è che il presunto maniaco, possa aver violentato anche altre donne nei locali della stazione. Per fortuna, la vittima, portata con la forza nei bagni ha iniziato ad urlare con tutte le sue forze richiamando l'attenzione del personale di stazione ad Orte, in particolare del capostazione che ha fatto scattare l''intervento della Polfer, scrive il Corriere di Viterbo.

Ragazza scompare mentre va a scuola, ritrovato lo zaino: i soccorsi avrebbero sentito urla disperate

 

Il maniaco della stazione

L'uomo è un cinquantenne già noto alle forze dell'ordine, che hanno subito visionato i filmati delle telecamere di sorveglianza e sono riusciti a bloccarlo a Orte scalo, non lontano dalla stazione. Ma è proprio analizzando i video, che gli agenti della Polfer si sono resi conto di come l'uomo conoscesse bene i luoghi in cui si muoveva, come se ripetesse un identico modus operandi. 

Sesso con un uomo più grande, 13enne rimane incinta e abortisce. Poi i suoi video hot finiscono su Whatsapp

 

Si cercano casi precedenti

Il presunto maniaco, infatti, ha seguito la donna che stava andando in bagno, come se fosse quella la scintilla, che ha fatto scattare la sua violenza. Lì, avrebbe tirato giù i pantaloni mostrando le parti intime, con l'intento di abusare della donna. Secondo gli inquirenti, trattandosi in questo caso di una donna straniera, potrebbe essere che altre donne non italiane, abbiano preferito tacere le violenze e non denunciare l'uomo, su cui si stanno approfondendo le immagini.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 26 Settembre 2022, 11:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA