«Violentate in spiaggia da quattro calciatori»: in due video la verità sul presunto stupro

«Violentate in spiaggia da quattro calciatori»: in due video la verità sul presunto stupro

Il giallo del presunto stupro in Costa Smeralda potrebbe essere risolto grazie ad un video: pochi giorni fa infatti (ne avevamo parlato su Leggo.it qui) è emersa la denuncia da parte di due ragazze immagine che lavorano nei locali in Sardegna, che hanno accusato quattro giovani calciatori campani di averle violentate sulla spiaggia.

Leggi anche > «Violentate in spiaggia in Costa Smeralda da quattro calciatori»

Il filmato registrato dal sistema di videosorveglianza di un chiosco sulla spiaggia di Baia Sardinia, e un altro video registrato con uno smartphone da altri ragazzi che si trovavano sulla spiaggia in quel momento, potrebbero far luce sulla presunta violenza: sotto accusa sono finiti quattro giovani tra i 20 e i 23 anni, accusati dalle due ragazze di averle stuprate sull'arenile l'8 luglio scorso dopo una serata in discoteca. Sull'episodio stanno indagando i Carabinieri di Budoni, in Gallura.

A chiedere l'acquisizione agli atti del video è stata l'avvocata che difende i quattro indagati, Marcella Muzzu:
 «Ho presentato istanza di acquisizione per le immagini registrate dal sistema di videosorveglianza del chiosco che si trova sulla spiaggia e confido nel lavoro della Procura e delle forze dell'ordine», conferma all'ANSA l'avvocata Muzzu, dopo un'anticipazione del quotidiano L'Unione Sarda. Secondo quanto si è appreso, sarebbero stati gli stessi ragazzi che hanno realizzato il video a fornirlo agli inquirenti. 

Martedì 17 Settembre 2019, 16:21
© RIPRODUZIONE RISERVATA