Violentata dall'uomo che le aveva chiesto aiuto, l'appello del questore a Chi l'ha Visto: «Le vittime si facciano avanti»

Violentata dall'uomo che le aveva chiesto aiuto, l'appello del questore a Chi l'ha Visto: «Le vittime si facciano avanti»

L'uomo accusato di stupro Sergio Palumbo ha dei precedenti per i quali ha trascorso solo pochi giorni di carcere. In collegamento con Chi l'ha Visto? il questore di Ragusa ha lanciato un appello affinché altre eventuali vittime si facciano avanti per denunciarlo. La trasmissione ha ripercorso la vicenda e diffuso le foto segnaletiche.

Leggi anche > Piacenza, la sorella di Elisa Pomarelli aveva chiesto aiuto a Chi l'ha Visto?: «Massimo è uno di famiglia»

Palumbo ha attirato l'attenzione di una donna in automobile chiedendo aiuto perché la moglie stava male. Questo ha indotto la vittima a fermarsi e a non opporre resistenza sotto la minaccia di una grossa pietra. Il giovane aveva già violentato un'altra donna, ma le autorità lo avevano trattenuto in carcere per poco tempo. «È possibile che Sergio Palumbo abbia violentato altre donne», spiega il Questore Salvatore La Rosa. 

Il 26enne è stato fermato grazie alla testimonianza resa dalla vittima e dalle immagini riprese da una telecamera a circuito chiuso.
Il Giudice delle indagini preliminari ha sottolineato come le dichiarazioni della vittima, raccolte in un'apposita 'area protetta' della squadra mobile della Questura di Ragusa, sono credibili perché «spontanee, immediate, lucide, precise, dettagliate e circostanziate e prive di significative contraddizioni o sbavature».

Per il Gip la vittima ha sofferto il «completo annientamento della sua libertà di autodeterminazione e la invalidità del consenso, in quanto coatto».
Il 26enne, infatti, ha «un'indole gravemente sopraffattrice, tendente a sfruttare a proprio vantaggio le debolezze dell'altro sesso».

 
Mercoledì 11 Settembre 2019, 23:21
© RIPRODUZIONE RISERVATA