Video su Pornhub a Padova: «Non facciamo porno, facciamo l'amore». Chi sono i due protagonisti

Video su Pornhub a Padova: «Non facciamo porno, facciamo l'amore». Chi sono i due protagonisti

Un video hard su Pornhub girato in una scuola di Padova: si parla ormai da giorni di alcuni filmati a luci rosse girati all’interno della palestra di una scuola, l’Istituto Ipsia Enrico Bernardi, e successivamente caricati su Pornhub, uno dei siti porno più cliccati al mondo: si scopre ora qualcosa in più, soprattutto sui protagonisti, o meglio sui responsabili di quanto è successo.

«Revenge porn e cyberbullismo? Per i giovani la donna è oggetto sessuale»
Salvini e Francesca, «papà Verdini è preoccupato per la differenza di età»


CHI SONO I PROTAGONISTI? I due amanti focosi sono infatti un uomo di 30 anni e una donna di 26: lui si chiama Matteo, lei Ellen. Non sono due persone comuni che hanno voluto animare una loro serata in maniera diversa: lui infatti organizza casting porno, definendosi attore e una specie di talent scout di aspiranti dive dell’hard. Insieme a lei, una barista, vende sul web i suoi filmini a luci rosse, creando anche una community hot sui social, MyLifeXXX.

Il video hard girato a scuola finisce su Pornhub



Sul profilo Twitter italiano (in realtà poco utilizzato, si trova sia la presentazione di alcune 'attrici', sia un breve sunto della mission di questa community: «Le riprese che vedete non sono finzione, non facciamo porno ma facciamo l'amore. Non siamo attori professionisti non fingiamo, siamo persone normali con famiglia e una normale vita», si legge. E c'è anche la presentazione della stessa Ellen: «Sono una ragazza di 26 anni, impegnata con Matteo (lo vedete presente nei miei video)Vivo in Veneto e di lavoro sono una barista, Sono una ragazza solare e sempre allegra, sono molto timida»​.



100 DOLLARI A VIDEO I video girati nella palestra del Bernardi sono due: uno caricato qualche mese fa ma ora rimosso, l’altro la versione integrale da 26 minuti: Matteo ed Ellen vendono online i loro contenuti ad un prezzo medio di 100 dollari, ma sulla loro piattaforma non sono gli unici ‘protagonisti’ dei video. Ci sono altre ragazze e altri ragazzi, quasi sempre con il viso mascherato. Il dirigente della scuola padovana, dopo aver scoperto del video hard girato nella sua palestra, ha denunciato tutto ai carabinieri.
Venerdì 29 Marzo 2019, 10:54
© RIPRODUZIONE RISERVATA