Il video del Tg Rai Leonardo del 2015 in cui si raccontava del Coronavirus creato nei laboratori cinesi. Ma gli scienziati smentiscono: «Sars-Cov-2 ha origine naturale»

di Marco Esposito
Il video del programma Rai Tg Leonardo che racconta la nascita di un supervirus in un laboratorio della Cina. Ormai impazza su tutti i telefoni d'italia in questo preciso istante. Un video impressionante - come ha detto anche il virologo Pregliasco - soprattutto se visto in questi giorni. Si tratta di un servizio del Tg Leonardo della Rai, andato in onda il 16 novembre 2015, quasi cinque anni fa. Anche se in serata è arrivata una precisazione del direttore della Tgr - Casarin - che sembrerebbe in qualche modo chiarire il "giallo". E tutta la comunità scientifica ha ribadito, in maniera compatta, che la pandemia con cui stiamo combattendo in questi giorni trae origine da un virus naturale. 

Ma ripartiamo dalla puntata del Tg Leonardo di 5 anni fa. Nel video si parla di un "super virus" polmonare creato in laboratorio in Cina, un virus creato da "pipistrelli e topi". Questo nei titoli. 

Poi, in studio, il conduttore, entrando nello specifico racconta: «Si tratta di una proteina presa dai pipistrelli innestata sul Virus della Sars - la polmonite acuta - ricavato dai topi e ne esce un supervirus che potrebbe colpire gli uomini». «Vale la pena - si chiede -creare un pericolo così grande per motivi di studio?»

Nel servizio si parla proprio di una proteina innestata su un «coronavirus trovato nei pipistrelli su un virus che provoca la Sars» Poi ancora più inquietante si aggiunge: «L'ibrido è adatto ad attaccare l'uomo: una precisa molecola (shco14) permette al coronavirus di attaccarsi alle nostre cellule respiratorie scatenando la sindrome».

Poi, ancora: «Secondo i ricercatori inoltre l'orgnanismo può contagiare l'uomo senza passare per una specie intermedia come il topo».

Parole che fanno impressione, che fanno sgranare gli occhi, soprattutto di questi tempi. Innanzitutto va precisato che il video è originale, non è contraffato e non è un fake. Tutto è andato in onda così come lo vedete. 

Certo è difficile rimanere freddi davanti al video: quel virus creato in laboratorio quasi cinque anni fa, è quello con cui stiamo combattendo in questo momento in tutto il mondo? Il virus - creato proprio in Cina - è in qualche modo "scappato" dal controllo dei laboratori cinesi? Non ci sono assolutamente prove al riguardo. Ma sono le domande che stanno circolando - legittimamente davanti a queste immagini - nelle chat di mezza Italia. 

Anzi, fino ad ora - va specificato - tutte le voci degli specialisti hanno escluso la possibilità che il SarsCov2 venga da un laboratorio, e tutti gli scienziati parlano di un contagio e di un salto di specie del Coronavirus grazie ad un ospite che ha traghettato il virus dal pipistrello all'uomo. 

Anche il virologo Fabrizio Pregliasco è intervenuto smentendo qualsiasi collegamento tra il virus creato in laboratorio e la pandemia in corso: «Il video della puntata di TgR Leonardo del 16 novembre 2015 su Rai 3, che sta circolando sui social, in effetti fa impressione, ma già all'epoca la ricerca pubblicata su 'Nature Medicinè fece divampare una polemica all'interno della comunità scientifica, su opportunità e rischi di questa ricerca. Ebbene, possiamo dire che quello che causa Covid-19 non è lo stesso virus dello studio del 2015, e che questo Sars-Cov-2 ha avuto un'origine naturale». «Ormai - ha aggiunto ai microfoni di AdnKronos salute -  sono numerosi gli studi che hanno esaminato le caratteristiche genetiche del nuovo coronavirus, e tutti concordano: Sars-Cov-2 ha avuto un'origine naturale, ed è passato all'uomo dai pipistrelli».  «Capisco che, visto oggi con i nostri occhi, quel servizio impressioni. Ma lo ribadisco: questo coronavirus ha avuto un'origine naturale»

In serata, comunque, è intervenuto Alessandro Casarin direttore della testata regionale rai, che ha spiegato che "il servizio del 16 novembre 2015 andato in onda nella rubrica 'Leonardo' della TgR è tratto da una pubblicazione della rivista Nature. “Proprio tre giorni fa la stessa rivista ha chiarito che il virus di cui parla il servizio, creato in laboratorio, non ha alcuna relazione con il virus naturale Covid-19”.

LO SCONTRO SUI SOCIAL 

Ovviamente i social sono stati invasi dal servizio di Leonardo: migliaia di status, commenti, condivisioni e tweet. Tra questi quello di Matteo Salvini che ha annunciato l'intenzione della Lega di presentare una "interrogazione urgente al Presidente del Consiglio e al ministro degli Esteri"
 

Assolutamente di diverso avviso il Professor Burioni che su twitter smentisce legami con il la pandemia in corso
 
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 25 Marzo 2020, 20:58
© RIPRODUZIONE RISERVATA