Vicesindaco muore dopo l'intervento all'addome: medico del Sant'Andrea sotto inchiesta. «Per errore gli ha reciso l'aorta»

Vicesindaco muore dopo l'intervento all'addome: medico del Sant'Andrea sotto inchiesta. «Per errore gli ha reciso l'aorta»

Morto per un errore del chirurgo che gli ha reciso l'aorta addominale durante l'operazione. Sabatino Ruggiero (nella foto, sotto), vicesindaco di Bucciano è morto a seguito di un intervento chirurgico a cui si era sottoposto lo scorso 25 maggio all'ospedale Sant'Andrea di Roma. Pare che ad ucciderlo sia stato un errore in sala operatoria, per questo motivo il chirurgo che lo ha operato è ora indagato per omicidio colposo.

Leggi anche > Incidente frontale nel bresciano, Giulia e Claudia di 20 e 21 anni muoiono sul colpo: altri 5 giovani feriti, due gravi



Secondo quanto riportato dal Corriere.it pare che a causare il decesso sia stata la forte emorragia dovuta alla recisione dell'arteria addomiale. Il medico avrebbe ricucito la aorta, dopo essersi accorto dell'errore, ma una seconda emorragia sarebbe subentrata durante l'intervento mandando il paziente in arresto cardiaco e uccidendolo. Sabatino Ruggiero aveva 54 anni, era sindaco di  Bucciano, in provincia di Benevento, iscritto a una lista civica vicina a Fratelli d’Italia, in carica dal 2013 e al secondo mandato.

Ruggiero si era sottoposto all'intervento per rimuovere un tumore allo stomaco, ma purtroppo non è riuscito a salvarsi. Sul corpo ora è stata disposta l'autopsia. Sconvolta per la perdita tutta la città di Bucciano che in occasione dei funerali del vicesindaco ha proclamato il lutto cittadino. 
Ultimo aggiornamento: Domenica 31 Maggio 2020, 11:54
© RIPRODUZIONE RISERVATA