Madre uccide le figlie di 11 e 3 anni in una casa famiglia, poi scappa. Ricerche in corso anche nell'Adige
di Giammarco Oberto

Madre uccide le figlie di 11 e 3 anni in una casa famiglia, poi scappa. Ricerche in corso anche nell'Adige

La donna era nella comunità con le piccole per fuggire ad un marito violento

 

Quella casa famiglia era il loro rifugio. Lì, nella comunità educativa Il porto delle mamme di Verona avevano cominciato dallo scorso gennaio una vita nuova, insieme alla mamma, una 40enne dello Sri Lanka, fuggita con le sue due bimbe dalle violenze del marito tossicodipendente e accolta in quella struttura che assiste le donne maltrattate. Ma la scorsa notte qualcosa nella mente della donna ha fatto clic. E proprio lei - la polizia non ha dubbi - ha ucciso entrambe le figlie: le ha soffocate nel sonno, forse con un cuscino. Poi è uscita nella notte. E di lei si sono perse le tracce. È ricercata, anche se gli inquirenti non escludono che abbia compiuto un gesto estremo.

 

 


È stata un'operatrice sociale a fare la terribile scoperta. È entrata nell'appartamentino dato alla famigliola perché c'era troppo silenzio, in un'ora in cui le bimbe di solito si preparavano per andare a scuola: la più grande andava alle elemenatri, la più piccola alla materna. Le ha trovate distese nei loro letti, senza vita. Della madre, invece, nessuna traccia. L'allarme è stato immediato. L'assistente ha avvisato il 118 e la polizia. La prima auto-medica è giunta alla comunità alle 9. Il sindaco di Verona, Federico Sboarina, è stato tra i primi ad essere avvisato: «Una telefonata che mi gelato il sangue» ha raccontato. Poi si è recato sul posto assieme all'assessore ai servizi sociali Daniela Maellare.

 


Nell'appartamento si sono messi al lavoro gli investigatori della squadra mobile e gli esperti della scientifica. La pista di un'intrusione notturna è stata subito esclusa: la struttura è sorvegliata 24 ore su 24 e non sono stati trovati segni di effrazione. Il padre delle bimbe, anche lui cingalese, 40 anni, è stato rintracciato dalla polizia: è totalmente estraneo alla vicenda. È scattata una massiccia caccia per trovare la madre. Gli uomini della Protezione civile l'hanno cercata a lungo, anche con i cani molecolari. Sono entrati in azione anche i sommozzatori dei vigili del fuoco, e un elicottero, per scandagliare il corso del fiume Adige, dove questa tragedia potrebbe trovare una conclusione nelle prossime ore.

 


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 27 Ottobre 2021, 08:53
© RIPRODUZIONE RISERVATA