Venezia, ruba motoscafo-taxi e sfreccia nel Canal Grande: fermato dai vigili. «Avevo il biglietto»

Il protagonista è un turista belga, pare con problemi mentali

Video

Un turista belga, pare con problemi mentali, ha scatenato il panico a Venezia dopo aver rubato un motoscafo taxi per sfrecciare dall'aeroporto di Tessera al centro della città, ovviamente via acqua, prima di essere fermato dagli agenti della polizia locale con tanti di armi spianate. L'uomo, che aveva regolarmente acquistato un biglietto per il servizio di linea in motoscafo dall'aeroporto lagunare a San Marco, ha invece preferito salire a bordo di un taxi, ormeggiato in un vicino imbarcadero.

Una volta notate le chiavi inserite, è partito e ha percorso il canale che da Tessera porta a Venezia a tutta velocità, entrando in Canal Grande e continuando la sua folle corsa, le cui immagini sono state subito diffuse nei vari social. L'imbarcazione, manovrata con capacità, è stata fermata poco dopo Cà Foscari da alcuni agenti della Polizia locale, i quali hanno dovuto estrarre le pistole visto che non si sapeva chi fosse a pilotare il taxi. L'uomo è stato quindi bloccato e denunciato per una serie di reati che saranno al vaglio della Procura, sicuramente ci sono le ipotesi di furto e pericolo nella navigazione.

IL VIDEO CHOC

Video

Lui si giustifica: «Avevo il biglietto»

Quando è stato finalmente bloccato dai vigili, ha mostrato un ticket del trasporto pubblico lagunare, sostenendo che «aveva il biglietto» per il mezzo su cui si trovava. Il turista - ha fatto notare la municipale - ha corso tra l'altro un grosso rischio, perchè nel periodo in cui era alto l'allarme terrorismo una simile bravata avrebbe potuto avere un esito ben più cruento per il protagonista. «Devo fare i complimenti ai ragazzi perché sono stati bravissimi a fermarlo e mettere in sicurezza l'area», le parole del comandante dei vigili Marco Agostini. 


Ultimo aggiornamento: Giovedì 8 Settembre 2022, 19:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA