Fedez contro il Vaticano per il Ddl Zan: «Chi ha concordato...il Concordato? E dove sono i soldi delle tasse che dovete allo Stato?»

Fedez contro il Vaticano per il Ddl Zan: «Chi ha concordato...il Concordato? E dove sono i soldi delle tasse che dovete allo Stato?»

Vaticano contro la legge Zan, arriva la risposta di Fedez. Il rapper, sul suo profilo Instagram, va all'attacco della Chiesa dopo il caso scoppiato questa mattina, con la Santa Sede che avrebbe chiesto al governo italiano di modificare il disegno di legge contro l'omofobia perché si sostiene che violi il Concordato. «Ma chi c... ha concordato il Concordato?», chiede Fedez, da sempre tra i primi sostenitori della legge Zan.

 

Leggi anche > Legge Zan, il Vaticano si schiera: «Viola il Concordato, fermatela». Non era mai successo

 

«Non avevamo concordato, amici del Vaticano, che ci davate delle tasse arretrate sugli immobili? L’Unione Europea ha stimato cinque miliardini, forse di più», le sue parole: «Ma in realtà non si sa perché avete perso il conto degli immobili: ne avete troppi. Magari dateci quei soldini: ci servono per far andare avanti il paese. Poi potete venire a rompere le palline sulle leggi italiane, no? Sarebbe carino…».

 

«E comunque, piccolo spoiler amici del Vaticano, siamo uno stato laico. So che non siete abituati a sentirvelo dire, però in teoria saremmo uno stato laico. E poi fatemi capire: voi potete rompere le palle sulle leggi italiane però quando in Italia viene sgamato uno di quei pretini a chi piace toccare i bambini, questo non viene processato dalla giustizia italiana e invece lo processate voi in Vaticano? Questo lo avevate concordato? Non lo so…».

 

Fedez conclude dicendo che si augura che il Governo si renda conto di avere una grande occasione, non solo quella di far sì che venga votato il ddl Zan ma anche quella di «abolire un Concordato anacronistico e di rivendicare la laicità dello Stato»


Ultimo aggiornamento: Martedì 22 Giugno 2021, 16:05
© RIPRODUZIONE RISERVATA