Variante Delta, 4 regioni rischiano il passaggio in zona gialla: allerta per Abruzzo, Campania, Marche e Sicilia

Video
di

La Variante Delta si sta diffondendo sempre più rapidamente in Europa e anche in Italia, dove stanno tornando a crescere i contagi nonostante la situazione negli ospedali e nelle terapie intensive resta ancora piuttosto tranquilla. Con gli attuali parametri in vigore però il rischio che alcune regioni cambino fascia di colore e tornino in zona gialla, con le dovute restrizioni, è concreto.

 

Leggi anche > Variante Delta, Abrignani: «Tra 4-5 giorni picchi di casi nelle città dei festeggiamenti»

 

Nello specifico a rischiare sono Abruzzo, Campania, Marche e Sicilia che sono vicini alla soglia dei 50 contagi per 100 mila abitanti. Scatta l’allarme con un combinato di contagi (Rt), superamento del 40% del tasso di occupazione delle aree mediche e del 30% quello delle terapie intensive. Per ora  il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri ospite di “24 Mattina” su Radio24 ha rassicurato gli animi: «Al momento non vedo, con i numeri attuali, la necessità di un ritorno di alcune regioni in zona gialla. A oggi non c’è questo rischio, ma vediamo cosa accade nelle prossime settimane». Sileri però non ha nascosto la sua preoccupazione: «Io credo che la variante Delta diventerà prevalente e accadrà, purtroppo, molto prima. Temo per fine mese 3-4 volte i contagi che si sono oggi».

 

Intanto le Regioni chiedono che vengano rivisti i parametri con i quali avviene il cambio di zona. La richiesta è che si tenga maggiormente conto dei ricoveri piuttosto che del numero dei positivi, soprattutto alla luce della massiccia campagna di vaccinazione che è stata effettuata e che continua ad andare avanti. Per ora però il Ministo della Salute Speranza non sembra essere d'accordo. 


Ultimo aggiornamento: Martedì 13 Luglio 2021, 14:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA