Vaccini, la terza dose somministrata ai primi 40 soggetti fragili. Lazio prima regione, ecco le altre

Vaccini, la terza dose somministrata ai primi 40 soggetti fragili. Lazio prima regione, ecco le altre

È partita a Rieti la somministrazione della terza dose di vaccini contro il Covid. La Asl ha informato in una nota che ha somministrato già da martedì il siero a 40 soggetti vulnerabili. Si tratta di soggetti trapiantati e pluripatologici, individuati con alta fragilità e che nei mesi scorsi erano stati tra i primi ad essere vaccinati contro il coronavirus. 

 

Leggi anche > Green pass, governo verso l'obbligo a lavoro anche nelle aziende private. Si parte da ristoranti e bar, ecco quando

 

I soggetti in questione sono stati contattati direttamente dalla Asl che ha provveduto alla somministrazione del vaccino Pfizer presso uno degli hub presenti in città. L'iniziativa della città di Rieti verrà seguita a ruota da altre Regioni. A partire dal 20 la Lomardia procederà alla somministrazione della terza dose del siero: «rispettando le indicazioni che ci vengono da Roma di somministrare prima i fragili e ai pluripatologici. Se poi sarà necessario estenderlo a tutta la popolazione, siamo pronti», ha annunciato Fontana.

 

Terza dose dal 20 settembre anche per la Basilicata. «Dal 20 settembre in Basilicata potremo somministrare le terze dosi di vaccino mRNA come previsto dal commissario straordinario per l'emergenza covid, Francesco Figliuolo, dopo il via libera dell'Aifa». Lo ha detto, attraverso l'ufficio stampa, il presidente della Regione, Vito Bardi. «la nostra regione è già pronta e inizieremo ovviamente dalle categorie più fragili, come ad esempio i trapiantati. Ringrazio le aziende sanitarie per aver già organizzato le prime somministrazioni, che saranno effettuate in applicazione della circolare ministeriale».


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 15 Settembre 2021, 13:09
© RIPRODUZIONE RISERVATA