Vaccino Covid, Vaia: «Servirà un richiamo annuale. Draghi prenda coraggio e faccia finire l'emergenza»

Vaccino Covid, Vaia: «Servirà un richiamo annuale. Draghi prenda coraggio e faccia finire l'emergenza»

Covid, il professor Francesco Vaia fa il punto della situazione tra vaccini e stato d'emergenza. Il direttore sanitario dell'Inmi Spallanzani di Roma parla della gestione dell'emergenza e rivolge un appello al presidente del Consiglio, Mario Draghi.

Leggi anche > Covid, ecco il nuovo farmaco che «blocca la porta» al virus: una scoperta tutta italiana

Sui vaccini, il professor Vaia ha spiegato a Rtl 102.5: «Fare annunci su quarta e quinta dose è molto grave. Siamo più onesti e più corretti, dobbiamo dire due cose. Intanto dobbiamo guardare oltre e secondo me dobbiamo cominciare a pensare di uscire da questa emergenza dicendo che faremo, così come per l'influenza, un vaccino annuale, ma un vaccino che sia aggiornato con le varianti che mano a mano troveremo. Anche il virus dell'influenza varia, ma non abbiamo mai detto: 'Facciamo un vaccino contro la variante Y'. Ormai abbiamo imparato tutti che questo virus continuerà a variare».

Il direttore sanitario dello Spallanzani rivolge anche un appello alle aziende farmaceutiche e alla politica. «Bisogna imporre alle cause farmaceutiche, faccio di nuovo mio l'appello della von der Leyen che ha detto che bisogna aggiornare i vaccini» - le parole del professor Vaia - «Il Presidente Draghi prenda un pò di coraggio: faccia finire questa emergenza e facciamo un vaccino annuale».


Ultimo aggiornamento: Martedì 7 Dicembre 2021, 14:19
© RIPRODUZIONE RISERVATA