Vaccino Covid, Pfizer ritarda ancora le dosi per l'Italia. L'ira di Arcuri: «Incredibile»

Vaccino Covid, Pfizer ritarda ancora le dosi per l'Italia. L'ira di Arcuri: «Incredibile»

Vaccino Covid, Pfizer annuncia unilateralmente altri ritardi nella distribuzione delle dosi per l'Italia. La comunicazione della casa farmaceutica statunitense ha scatenato l'ira di Domenico Arcuri.

 

Leggi anche > Coronavirus in Italia, il bollettino di lunedì 18 gennaio: 377 morti e 8.824 nuovi positivi. Solo tre regioni oltre i mille casi, ma ricoveri in aumento

 

NUOVI RITARDI

Dopo l'annuncio dei giorni scorsi, nel tardo pomeriggio di oggi è arrivata un'altra brutta notizia. Pfizer ha infatti comunicato all'Italia di aver ridotto ulteriormente le dosi destinate al paese; nella giornata di oggi sono giunte in Italia solo 48mila dosi delle 397mila previste per questa settimana, dopo il taglio di 165mila deciso venerdì. Domani ne arriveranno solo 53.820 e solo mercoledì le restanti 294.840. La comunicazione è stata data dalla Pfizer alle 17 agli uffici del Commissario spiegando che il ritardo è dovuto al nuovo piano di distribuzione per le prossime settimane.

 

L'IRA DI ARCURI

Un «ulteriore incredibile ritardo». Così il commissario per l'emergenza Domenico Arcuri deplorando la decisione di Pfizer di ritardare la consegna delle dosi di vaccino all'Italia previste per questa settimana. Per far fronte alla nuova situazione domani ci sarà una riunione con le regioni, che hanno già scritto al commissario chiedendo in intervento, e una delle ipotesi sul tavolo è quella di mettere a punto una sorta di 'meccanismo di solidarietà' in base al quale chi ha più dosi nei magazzini le cederebbe alle regioni che ne hanno meno e devono fare i richiami.


Ultimo aggiornamento: Martedì 19 Gennaio 2021, 09:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA