Vaccino, Ue: «In Italia 54 milioni di dosi nei prossimi tre mesi»

Video

«L'Italia riceverà nei prossimi tre mesi dalla Ue 54 milioni di vaccini dei quattro finora approvati, cioè tre volte di più di quelli ricevuti finora». Lo ha detto il commissario per il mercato interno Thierry Breton, intervistato da Fabio Fazio a Che tempo che fa. «Ciò - ha aggiunto Breton - permetterà di arrivare a vaccinare il 70 per cento degli adulti entro luglio».

Covid in Italia, bollettino domenica 18 aprile: 251 morti e 12.694 casi positivi. Prosegue il calo di ricoveri e intensive

 

La Ue e gli Usa sono i primi fabbricanti di vaccini al mondo. Ma mentre gli Stati Uniti «non hanno esportato finora nemmeno una dose», l'Unione europea esporta il 40% della sua produzione verso i Paesi vicini, perché il virus non conosce confini«. Lo ha detto sempre Thierry Breton da Fazio. «Noi dobbiamo essere orgogliosi di questo», ha aggiunto Breton. 

 

 

 

Il contratto dell'Ue con AstraZeneca che scade il 30 giugno è a rischio di rinnovo a causa dei ritardi di consegna accumulati. Lo ha detto il commissario per il mercato interno Thierry Breton in un'intervista del mattino su BFMTV. «La mia priorità come gestore dei vaccini è che coloro con cui stipuliamo un contratto consegnino in tempo. Abbiamo ordinato 120 milioni di dosi per il primo trimestre e 180 milioni per il secondo. AstraZeneca ne ha consegnati prima 30 milioni e poi 70 milioni». «Niente è definitivo, continueremo a discutere», ha detto Breton, suggerendo che il contratto in scadenza potrebbe non essere rinnovato.


Ultimo aggiornamento: Domenica 18 Aprile 2021, 22:38
© RIPRODUZIONE RISERVATA