Vaccino, Arcuri cerca personale: «Medici in pensione e neolaureati, aiutateci»

Vaccino, Arcuri cerca personale: «Medici in pensione e neolaureati, aiutateci»

«Faremo una call aperta per personale che dovrà aiutarci nella somministrazione dei vaccini. Ci aspettiamo al picco della campagna di vaccinazione di poter utilizzare fino a tremila medici e fino a dodicimila infermieri. In Italia ci sono neolauretati, specializzandi e medici in pensione ancora nelle piene capacità di esercitare il loro lavoro. Faccio un appello a queste categorie: dateci una mano, servirà al Paese. Dobbiamo dare tutti una mano». Lo ha detto il Commissario per l'Emergenza, Domenico Arcuri. «Facciamo il tifo perché la vaccinazione possa avvenire lo stesso giorno in tutti i Paesi europei e che non ci sia nessuno che parte prima e nessuno che arriva dopo e che nei prossimi giorni verrà reso ufficiale per tutti».

 

Leggi anche > Coronavirus in Italia, il bollettino di giovedì 10 dicembre

 

APP CON ELEMENTI TRACCIABILITÀ 

«Poste Italiane ed Eni ci stanno aiutando nell'implementazione di una app, è un sistema molto complesso nel quale ci saranno molte componenti: un call center elementi di tracciabilità, riconoscibilità e possibilità di alimentare i sistemi informativi delle regioni e del ministero della salute nell'implementazione di una sorta di anagrafe dei vaccini uguale a quella che c'è per tutti i vaccini somministrati per la popolazione italiana», ha spiegato il Commissario. 

 

OFFERTE PER LE SIRINGHE DIECI VOLTE SUPERIORI AL FABBISOGNO

«Ieri sono scaduti i termini delle gare per siringhe e aghi, venerdì scorso quella per il cloruro di sodio. Sono in corso le valutazioni delle uffici preposti ma mi sembra doveroso dire che abbiamo registrato risultati molto positivi, in qualche caso più positivi delle attese».Ha detto Arcuri, sottolineando che il risultato è stato raggiunto «malgrado avessimo assistito in questo settimane a una rappresentazione tra il sogno e il sortilegio immotivato da parte di chi è più pessimista di noi». Per le siringhe «a fronte di una richiesta di 158 milioni di dispositivi sono arrivate da 22 imprese 65 offerte con una proposta pari a 1,524 miliardi di siringhe, ossia dieci volte in più del fabbisogno»

 

NATALE ULTIMO SACRIFICIO

«Servono pazienza e sacrificio, lo chiedo soprattutto ai più giovani. Sono certo che capirete l'importanza nell'assunzione di comportamenti responsabili. Sarebbe complicato intraprendere la più grande campagna di vaccinazione nel pieno di una non auspicata terza ondata. Speriamo che Natale sia l'ultimo sacrificio. Accettarlo significa contribuire tutti affinché non accada più», ha aggiunto Arcuri.

 

CURVA SI STA CONGELANDO 

«La curva dei contagi si sta congelando. I contagiati sono il 26 per cento in meno della scorsa settimana». ha affermato il commissario Arcuri. «I contagiati ed i ricoveri si riducono quotidianamente», ha aggiunto ricordando che «i numeri valgono più di molte parole» e che le misure «stanno funzionando». Però la curva «è congelata ma non è scomparsa perchè il virus fatica a farsi annientare» e dunque «servono prudenza e cautela».


Ultimo aggiornamento: Giovedì 10 Dicembre 2020, 19:11
© RIPRODUZIONE RISERVATA