Vaccini, operazione over 50: effetto obbligo e super Green pass, in una settimana +28% di prime dosi

Le prime dosi prendono il volo. È l’effetto tangibile della politica “dell’esclusione sociale” dei non vaccinati portata avanti dal governo. A fare da propellente per la corsa all’iniezione, soprattutto l’obbligo vaccinale per gli over 50: secondo il report della Fondazione Gimbe, nella settimana tra il 12 e il 18 gennaio in questa fascia anagrafica i nuovi vaccinati sono stati 128.966, +28,1% rispetto alla settimana precedente. Nello stesso arco di tempo i nuovi vaccinati sono stati 510.742 rispetto ai 496.969 della settimana precedente (+2,8%) e sono stabili le nuove vaccinazioni nella fascia 5-11 anni (pari a 240.920), che rappresentano quasi la metà delle prime dosi.

BOOM DI VITTIME. Luci e ombre, nei dati settimanali. Frena l’incremento dei casi di Covid, che negli ultimi 7 giorni è stato solo del 3%, e l’occupazione delle terapie intensive è calata in sette regioni. Di contro, però, nello stesso arco di tempo i decessi sono aumentati del 49,7%. Il numero quotidiano dei decessi è da giorni sopra i 300, con un picco martedì scorso: 434 morti in 24 ore, un numero che in Italia non si registrava dal 14 aprile dell’anno scorso. Anche ieri il numero è stato molto alto: 385 vittime. Secondo il presidente Gimbe Nino Cartabellotta «i decessi aumentano perché si verificano circa tre settimane dopo il contagio, ma siamo quasi al picco e la prossima settimana dovremmo vedere un calo».

IL BOLLETTINO. Il report giornaliero del ministero della Salute indica una lieve diminuzione dei nuovi contagi, pari a 188.797 nelle ultime 24 ore rispetto ai 192.320 del giorno prima. Il tasso di positività è al 17%, in lieve aumento, su un totale di 1.110.266 tamponi effettuati. Rispetto alle ospedalizzazioni, sono 1698 i pazienti in terapia intensiva, 10 in più nel saldo tra entrate e uscite, ed i ricoverati nei reparti ordinari sono 19.659 (+159).

IL NUOVO DPCM. La stretta sui non vaccinati non allenta. Draghi firmerà oggi la lista dei negozi dove non sarà obbligatorio avere il green pass dal 1° febbraio. Pochi: alimentari, farmacie, parafarmacie, ottici, edicole all’aperto. Servirà il certificato base per accedere a uffici, poste, banche, e perfino dal tabaccaio.


Ultimo aggiornamento: Sabato 22 Gennaio 2022, 08:55
© RIPRODUZIONE RISERVATA