Vaccini, De Luca: «A Napoli poca adesione, rischio lockdown a settembre». E accusa il Governo e Figliuolo

Video

Il governatore della Campania Vincenzo De Luca, nella sua consueta diretta Facebook del venerdì, ha ammonito sui rischi dovuti alla scarsa adesione alla vaccinazione anti Covid a Napoli e in Campania. «Se prosegue così la vaccinazione a Napoli andiamo verso un nuovo lockdown nel giro di pochi mesi, dopo settembre», ha detto il presidente della Regione. «Nel territorio della Asl Napoli 1 tra i tanti cittadini convocati per la seconda dose o anche la prima si sono presentati un numero limitatissimo, ad oggi per quanto riguarda la Asl Napoli 1 centro su 839mila cittadini residenti e vaccinabili vi sono 317mila mancate adesioni - spiega - È un dato non sostenibile».

 

Leggi anche > Variante Delta, Locatelli: «Una sola dose di vaccino non protegge. Al 26% in Italia? Stima eccessiva»

 

«Avremo nel mese di luglio una riduzione pesantissima nelle consegne dei vaccini alle regioni, in questo momento continua da parte del governo e del commissario un atteggiamento di minimizzazione e in qualche misura occultamento della realtà che è pesante», ha aggiunto De Luca. «Arriveranno alle regioni centinaia di migliaia di dosi in meno di vaccini. Le regioni saranno nelle condizioni di non poter quasi fare nessuna prima vaccinazione dovranno concentrarsi sui richiamo. Questa è la realtà vera che non viene comunicata agli italiani».


Ultimo aggiornamento: Venerdì 25 Giugno 2021, 15:16
© RIPRODUZIONE RISERVATA