Uragano Lorenzo, ultimi aggiornamenti: ecco gli effetti sull'Italia. Nel weekend piogge e aria fredda

L’uragano Lorenzo è stato declassato: non è più un uragano, ma una tempesta tropicale, anche se per qualche giorno ha destato preoccupazione con la sua ampiezza (1300 km di diametro) e i venti fino a 280 km/h. Ora che l’ormai ex uragano sta transitando verso Irlanda e Gran Bretagna, si può anche capire quali siano i rischi per l’Italia: quasi nulli, dato che la tempesta arriverà in forma molto attenuata e senza grossi pericoli, scrive il team del sito ilMeteo.it. Avremo solo, si fa per dire, una perturbazione inglobata dal flusso atlantico che porterà aria fredda dal Nord e una nuova fase di maltempo nel prossimo weekend.

LE PREVISIONI METEO DI LEGGO.IT

LE PREVISIONI L'Italia è sferzata da venti freddi di Bora che innescano precipitazioni anche temporalesche su molte regioni del versante adriatico. Dopo aver colpito duramente il Veneto, i temporali accompagnati da forti raffiche di vento e da locali grandinate, ora si stanno portando verso la Romagna e le Marche. Il team del sito ilMeteo.it avverte che raffiche di vento fino a 80 km/h, temporali e grandinate nelle prossime ore colpiranno Marche, Abruzzo e infine il Molise. Altri temporali o piogge saranno possibili anche sul Lazio fino a Roma, e su gran parte del Sud peninsulare.
Con l'arrivo dei venti più freddi le temperature stanno subendo un crollo fino a 10 gradi in meno rispetto ai giorni scorsi. Il team del sito ilMeteo.it avverte inoltre che in serata la Bora raggiungerà anche la Puglia e la Calabria con venti forti e precipitazioni che oltre su queste regioni interesseranno anche la Sicilia settentrionale e la bassa Campania. Nel frattempo il tempo sarà già migliorato al Centro-Nord dove le temperature scenderanno ulteriormente; infatti il risveglio di venerdì vedrà valori sotto i 9 gradi su gran parte delle città come ad esempio a Milano, Torino, Bologna, Firenze e Roma. 
Giovedì 3 Ottobre 2019, 12:14
© RIPRODUZIONE RISERVATA