Si tuffa a mezzanotte nel lago di Garda e non riemerge: 42enne muore a Desenzano

Morto un uomo di 42 anni. Solo questa settimana 4 vittime nelle acque del lago

Si tuffa a mezzanotte nel lago di Garda e non riemerge: 42enne muore a Desenzano

Un'altra vittima inghiottita dalle acque del Lago di Garda. A perdere la vita, un uomo di 42 anni, recuperato nella notte dalla Guardia Costiera all'altezza di Desenzano del Garda. Secondo una prima ricostruzione, la vittima aveva deciso di fare un bagno notturno, ed intorno alla mezzanotte si è tuffata nelle acque scure del Lago, ma non è più tornato in superficie. A lanciare l'allarme un amico del 42enne, che aveva deciso di fare il bagno insieme. Immediati sono scattati i soccorsi per ricercare il disperso.

Valentina Giunta, uccisa a coltellate a 32 anni. Fermato il figlio minorenne. Il dolore sui social: «Spero tu abbia trovato la pace»

Acque pericolose

Il cadavere del 42enne è stato ritrovato di fronte alla spiaggia Desenzanino, sul fondale che in quel punto è di pochi metri di profondità, mentre i carabinieri stanno svolgendo le indagini di prassi per ricostruire l'esatta dinamica che ha portato la morte dell'uomo. Ammonta a 4 le persone rimaste vittime delle acque del Lago di Garda, oltre alla vittima di ieri, è annegato un turista polacco di 42, domenica scorsa, invece, è stato tirato fuori dalle acque il cadavere di Alessandro Redaelli, il 41enne originario di Lecco, disperso, dopo un tuffo dalla barca, mentre era in vacanza con moglie e figli. 

Segregata in casa a 19 anni, con le catene alla porta. Da mesi picchiata e minacciata dal suo compagno

Ed ancora la settimana passate, due vittime a Limone del Garda: un barista 36enne tuffatosi dal pontile ed un turista inglese, Aran Chada, 52 anni, che si era buttato in acqua per salvare suo figlio. Il giovane ce l'ha fatta, lui è ancora disperso nel lago.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 27 Luglio 2022, 12:48
© RIPRODUZIONE RISERVATA