Addio a Umberto Coldagelli, scrittore e storico. Fu vicesegretario della Camera dei Deputati. Aveva 90 anni.
di Marco Esposito

Addio a Umberto Coldagelli, scrittore e storico. Fu vicesegretario della Camera dei Deputati. Aveva 90 anni.

E' stato uno dei massimi studiosi di Tocqueville in Italia. Ha lavorato gomito a gomito con i più importanti leader del centrosinistra della prima Repubblica.

Si è spento oggi a Roma Umberto Coldagelli, scrittore, storico, e vicesegretario generale della Camera dei Deputati, dove ha lavorato per trent' anni, dal 1963 al 1992. Studioso e appassionato di Tocqueville, di cui era uno dei massimi esperti in Italia, Coldagelli ha curato ‘Il viaggio in America’ (Feltrinelli, 1990), l’edizione di Scritti, note e discorsi politici (1839-1852) (Bollati Boringhieri, 1994), e l’edizione completa dei Viaggi (Bollati Boringhieri, 1997). Per i tipi della Donzelli ha pubblicato, nel 2005, Vita di Tocqueville (1805-1859). La democrazia tra storia e politica.

 

Laureato in storia e filosofia all’università La Sapienza di Roma, Coldagelli vinse il concorso per entrare alla Camera nel 1963, e per trent'anni circa ha vissuto il dietro le quinte della Camera dei Deputati, lavorando accanto a figure di primo piano della politica italiana come Sanro Pertini, Nilde Iotti e soprattutto Pietro Ingrao, di cui è stato il principale collaboratore. Ma è stato molto vicino anche ad altri leader del centro-sinistra come Giorgio Napolitano.

 

Era nato a Scheggia, in provincia di Perugia, il 29 luglio del 1931, comune che circa sei anni fa gli diede la Cittadinanza onoraria. Il figlio, Luigi, è l'attuale portavoce del sindaco di Roma Roberto Gualtieri


Ultimo aggiornamento: Giovedì 5 Maggio 2022, 00:10
© RIPRODUZIONE RISERVATA