Guerra Ucraina, ultime notizie in diretta. Missili russi distruggono hangar pieno di grano a Odessa. Von der Leyen: «Nuovi tagli di gas da Mosca»

Tutti gli aggiornamenti sul conflitto minuto per minuto

Missili russi distruggono hangar di grano a Odessa. Von der Leyen: «Nuovi tagli di gas da Mosca»

Guerra in Ucraina, le notizie in diretta oggi 7 luglio, 134° giorno dall'invasione voluta dalla Russia di PutinSono circa 36.650 i soldati russi uccisi in Ucraina dall'inizio dell'invasione, secondo l'esercito di Kiev. Nel suo aggiornamento sulle perdite subite finora da Mosca, l'esercito ucraino indica che si registrano anche 217 caccia, 187 elicotteri e 667 droni abbattuti. Lo riporta Ukrinform. Inoltre le forze di Kiev affermano di aver distrutto 1,602 carri armati russi, 815 sistemi di artiglieria, 3,797 veicoli blindati per il trasporto delle truppe, 15 navi e 155 missili da crociera.

 

Ucraina, le ultime notizie in diretta

Ore 12.00 «Notizie da Londra. I "migliori amici dell'Ucraina" se ne vanno. La "Vittoria" è in pericolo! Il primo è andato...». È il commento sarcastico su Telegram dell'ex presidente e attuale vice presidente del Consiglio di Sicurezza russo, Dmitri Medvedev, alle previste dimissioni di Boris Johnson in Gran Bretagna, definendo la crisi «il logico risultato dell'arroganza britannica e della politica mediocre. Soprattutto sulla scena internazionale». Il post termina con un «P.S. Attendiamo notizie da Germania, Polonia e Stati baltici», seguito da uno smile che ride fino alle lacrime.

Ore 9.12 - Sette persone sono morte e altre due sono rimaste ferite nelle ultime 24 ore in seguito ai bombardamenti russi nella regione di Donetsk: lo ha reso noto il capo dell'amministrazione militare regionale, Pavlo Kyrylenko, secondo quanto riferisce Ukrinform. I morti sono stati segnalati a Toretsk (3), Avdiivka (2), Kodem (una) e Siversk (una). «È attualmente impossibile determinare il numero esatto delle vittime a Mariupol e Volnovakha», ha commentato Kyrylenko.

Ore 08.42 - Missili da crociera russi hanno colpito e distrutto nella notte hangar agricoli con tonnellate di grano nella regione di Odessa. Lo riferisce il Comando Operativo Sud dell'Esercito ucraino, riportato da Ukrinform. Nelle prime ore del mattino, aerei della Federazione hanno attaccato l'isola dei Serpenti, liberata dalle forze ucraine nei giorni scorsi: «L'isola è stata centrata da due missili lanciati dall'aria. Il molo è stato danneggiato in modo significativo», afferma Kiev.

Ore 07.43 - Una persona è morta e altre quattro sono rimaste ferite, incluso un bambino, nel corso di un attacco lanciato ieri contro la città portuale ucraina di Skadovsk (sud), nella regione di Kherson occupata dai russi: lo ha reso noto il sindaco Oleksandr Yakovliev, secondo quanto riporta il Kyiv Independent.

Ore 06:00 - Zelensky: «Le nostre truppe avanzano a Kherson e Zaporizhzhia»

La reazione ucraina starebbe dando buoni risultati sul terreno di guerra. «Le forze armate ucraine stanno avanzando in diverse direzioni tattiche, in particolare al Sud, nella regione di Kherson e Zaporizhzhia. Non rinunceremo alla nostra terra: l’intero territorio dell’Ucraina sarà ucraino», ha spiegato il presidente ucraino Volodymyr Zelensky in un video messaggio postato sul suo profilo Facebook

Ore 05:50 - Shaman, il battaglione d’élite con cui gli ucraini conducono sabotaggi in territorio russo

(Andrea Marinelli e Guido Olimpio) Dopo aver faticato nella prima fase della guerra, quando procedevano con grande difficoltà via terra, i russi hanno trovato la tattica giusta per raggiungere gli obiettivi. Nel Donbass si sono affidati alla potenza di fuoco dell’artiglieria — ampiamente superiore a quella ucraina — e avanzano lentamente, riuscendo comunque a strappare territorio alla resistenza: dopo aver conquistato l’intera regione di Lugansk, puntano ora su Sloviansk e sul resto di Donetsk, sfruttando il vantaggio in termini di uomini e mezzi. «C’è una grande concentrazione di artiglieria e blindati in ogni chilometro quadrato, non riusciamo a resistere», ha confessato al Wall Street Journal Oleksiy Danilov, segretario del consiglio nazionale per la sicurezza e la difesa ucraino.

Ucraina, i missili americani Himars per rovesciare le sorti della guerra

Ore 05:47 - Il sindaco di Sloviansk invita residenti a evacuare la città

Continua l’avanzata russa e la città di Sloviansk sembra essere il prossimo obiettivo. Per questo il sindaco Vadym Liakh, ha esortato i residenti rimasti ad evacuare, poiché la città sembra essere nei piani di conquista di Donetsk e l’evacuazione dei civili diventa sempre più difficile. Lo scrive The Kyiv Independent. Dopo aver conquistato il 3 luglio la città di Lysychansk, l’ultima grande roccaforte ucraina nella regione di Luhansk, la Russia dovrebbe concentrarsi sull’acquisizione del pieno controllo del di Donetsk.

 

Ore 05:44 - Russia, ora Putin arresta anche i moderati: in carcere l’ex collaboratore dello Zar e la star dell’hockey

«Attualmente sono in vacanza all’estero». Era due settimane fa, e così parlava al telefono Vladimir Ryzhkov, deputato della Duma di Mosca, esponente dell’opposizione liberale a Vladimir Putin. Negli ultimi tempi, sono in molti a essere andati in vacanza, chiamiamola così. Anche perché l’alternativa è il soggiorno nelle patrie galere. Con una cadenza quotidiana da stillicidio, gli arresti eccellenti del Cremlino sono ripresi all’improvviso. Forse è improprio definirla un’onda, come fu all’inizio della cosiddetta Operazione militare speciale, quando attivisti, studenti e storici leader della contestazione vennero privati della libertà a migliaia. Quella fu la prima e più importante operazione di azzeramento di ogni voce contraria.

Ore 05:40 - Von der Leyen: prepariamoci a taglio totale del gas russo

«Dobbiamo prepararci a ulteriori interruzioni dell’approvvigionamento di gas, anche a un taglio completo dalla Russia. Oggi complessivamente 12 Stati membri sono direttamente interessati da riduzioni parziali o totali dell’approvvigionamento di gas. È ovvio: Putin continua a usare l’energia come arma. Per questo la Commissione sta lavorando a un piano di emergenza europeo. Presenteremo questo piano e gli strumenti necessari entro metà luglio». Così la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, nel suo intervento in plenaria al Parlamento europea per la presentazione della presidenza ceca dell’Ue. «Gli Stati membri dispongono già dei loro piani nazionali di emergenza. Questo è positivo, ma abbiamo bisogno di un coordinamento e di un’azione comune europei. Dobbiamo assicurarci che, in caso di interruzione completa, il gas fluisca verso il punto in cui è maggiormente necessario. Dobbiamo provvedere alla solidarietà europea. E dobbiamo proteggere il mercato unico e le catene di approvvigionamento dell’industria», ha spiegato. «Non dobbiamo mai dimenticare l’amara lezione che abbiamo imparato all’inizio della pandemia. L’egoismo e il protezionismo portano solo alla disunione e alla frammentazione. Mentre l’unità e il coordinamento europei sono stati i rimedi chiave per superare questa brutale pandemia. Come sempre, speriamo per il meglio, ma ci prepariamo al peggio. Questo è un duro lavoro davanti a noi. Ma come nelle ultime settimane, l’unità porterà al successo».

Ore 05:35 - Ucraina, la Procura indaga su oltre 21mila crimini di guerra

Sono oltre 21mila i crimini di guerra presumibilmente commessi dalle forze russe che sono oggetto di indagine da parte delle autorità ucraine. Lo riferisce il procuratore generale dell’Ucraina, Irina Venediktova. L’ufficio di Venediktova riceve ogni giorno segnalazioni di 200-300 crimini di questo tipo, rende noto Nexta Tv.

Ore 05:30 - Putin ha detto a Widodo che parteciperà al G20, da decidere come

«Per quanto riguarda il vertice del G20 di novembre, è stato ricevuto un invito ufficiale dal presidente indonesiano Joko Widodo rivolto al leader russo. Jakarta è stata informata dell’intenzione del presidente Vladimir Putin di partecipare. Il formato della partecipazione è soggetto ad approfondimenti «in base all’evoluzione della situazione nel mondo e tenendo conto della situazione sanitaria ed epidemiologica nel sud-est asiatico». Lo chiarisce il ministero degli Esteri russo in una nota, come riporta l’agenzia Tass. Sergey Lavrov guiderà invece in presenza la delegazione russa alla riunione dei ministri degli Esteri del G20 a Bali il 7 e 8 luglio.

Ore 05:25 - A Kherson i filo-russi bloccano YouTube e Instagram

YouTube e Instagram bloccati a Kherson. L’amministrazione filo-russa nella regione ucraina occupata afferma di aver ordinato lo stop agli accessi alla piattaforma e al social network. «Siamo stati disconnessi da YouTube diversi giorni fa. Ora siamo senza YouTube e senza Instagram», ha detto il portavoce delle autorità filo-russe a Kherson, citato dall’agenzia Interfax.


Ultimo aggiornamento: Venerdì 8 Luglio 2022, 09:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA