Si scaglia contro i carabinieri con un'accetta dopo l'inseguimento: ucciso a colpi di pistola

Trento, si scaglia contro i carabinieri con un'accetta dopo l'inseguimento: ucciso a colpi di pistola

Un incredibile inseguimento che ha avuto un epilogo tragico in Trentino a Pilcante, frazione di Ala, in provincia di Trento. Un uomo è stato ucciso da un proiettile esploso dall'arma di ordinanza di un carabiniere. L'uomo, un pregiudicato di 44 anni, non si sarebbe fermato all'alt dei militari durante un controllo stradale. È quindi scattato un inseguimento e il 44enne si è dileguato. I carabinieri sono comunque riusciti a risalire alla sua abitazione e si sono presentati alla porta: l'uomo li avrebbe accolti impugnando un'accetta e poi si sarebbe scagliato sull'auto e sui militari. In questo frangente uno dei carabinieri ha esploso un colpo che l'ha ucciso.

 

La scientifica sta facendo accertamenti in seguito alla morte dell'uomo, la cui dinamica esatta resta ancora da chiarire. Secondo le prime informazioni dei carabinieri, il 44enne - che viveva con la madre di 80 anni - avrebbe impugnato un'accetta e si sarebbe scagliato prima verso l'auto pattuglia, danneggiandola, e poi verso gli stessi militari.

 


Ultimo aggiornamento: Domenica 11 Aprile 2021, 07:42
© RIPRODUZIONE RISERVATA